Categorie
Europa Repubblica Ceca

Consigli utili per visitare e farti conquistare da Brno

Dopo averti elencato tutte le attrazioni che non puoi perderti a Brno, ho deciso di darti anche alcuni consigli per visitare la città e per organizzare al meglio la tua permanenza.

Brno è una città frizzante, vivace, stravagante ed accogliente, ma ancora non si è ben inserita nei classici itinerari turistici e per questo non è semplice trovare informazioni precise su come muoversi e cosa fare in determinate situazioni e sul perché dovresti visitarla.

Categorie
Europa Repubblica Ceca

Cosa vedere a Brno in Repubblica Ceca

Ti stai chiedendo cosa vedere a Brno? In questo articolo ti guiderò alla sorprendente scoperta della seconda città più grande della Repubblica Ceca e capitale della regione storica della Moravia.

Brno è stravagante e bizzarra ma ha un fascino irresistibile. La seducente architettura gotica che le è valsa il soprannome di “piccola Vienna” convive armoniosamente con installazioni moderne che ne evidenziano la vivacità d’animo.

A Brno puoi respirare un’atmosfera d’altri tempi e la forte tradizione industriale che risale al periodo in cui Brno si trovava al centro della triangolazione delle rotte commerciali tra Vienna, Praga e Bratislava.

Categorie
Europa Repubblica Ceca

L’ossario della chiesa di San Giacomo a Brno

Brno è una città così stravagante che tra le sue peculiarità non poteva non avere anche un macabro primato: sotto la chiesa di San Giacomo si trova infatti il secondo ossario più grande d’Europa dopo quello di Parigi.

La Chiesa di San Giacomo Maggiore esisteva già all’inizio del XIII secolo insieme ad un cimitero municipale costruito all’interno delle mura per le vittime delle epidemie di peste e colera.

Come spesso accadeva in questi casi, ben presto la capienza del cimitero non fu più sufficiente ad accogliere altre salme e fu stabilito che dopo una decina di anni dalla sepoltura i corpi venissero riesumati e spostati negli ossari sotterranei.

Categorie
Europa Repubblica Ceca

Le strane ed insolite statue di Brno

Le statue di Brno sono uno degli aspetti più bizzarri della città. Ti permetteranno di cimentarti in una divertente caccia al tesoro alla scoperta del volto irriverente di Brno.

Sono statue bizzarre che spesso hanno suscitato polemiche ma rappresentano una peculiarità di Brno che vale la pena cercare.

Negli ultimi anni l’amministrazione cittadina ha scelto di destinare alcuni spazi vuoti del centro agli artisti che avessero voluto arricchirla con un contributo “fuori dagli schemi”.

E direi che queste stravaganti installazioni riescono molto bene a far parlare di sé, in aggiunta ad opere che già in passato avevano evidenziato il carattere “burlone” della popolazione.

Categorie
Austria Europa Vienna

Dove trovare la mistica atmosfera dei giardini giapponesi a Vienna

L’amore verso la natura, le idee filosofiche e la cura dei dettagli dei giardini giapponesi sono elementi apprezzati ovunque nel mondo ed in una città verde come Vienna non potevano mancare simili oasi di pace.

Proprio per rispettare la sacralità di quei luoghi non li troverai nelle zone più turistiche (tranne uno) ma in quartieri di Vienna che ti permetteranno di scoprire con piacere l’anima più intima e verde della città.

Categorie
Austria Europa Vienna

Dove è sepolto Gustav Klimt?

Se vuoi vistare Vienna con lo scopo di approfondire la vita e le opere di Gustav Klimt, ti starai probabilmente chiedendo anche dove è sepolto.

Ebbene sì, potrà sembrarti una tappa insolita, ma la città di Vienna ha fatto delle tombe d’onore una vera e propria attrazione turistica che custodisce con premura soprattutto al Zentralfriedhof dove c’è la più alta concentrazione di personaggi illustri.

Ma anche in tutti gli altri cimiteri della città “meno turistici” c’è almeno un personaggio che ha segnato le sorti della storia viennese e non solo.

Categorie
Austria Europa Vienna

Sulle tracce di Klimt a Vienna

Uno dei motivi per cui Vienna è così affascinante è che ha visto numerosi artisti nascere e raggiungere il successo: non solo grandi musicisti, ma anche pittori del calibro di Gustav Klimt.

Il celebre artista, tra i più grandi esponenti della Secessione, nacque il 14 luglio 1862 in una casa al numero 247 della Linzer Strasse, nel XIV distretto.

Oggi di quell’abitazione non c’è più traccia, ma a Vienna sono ancora molti i luoghi che permettono di ripercorrere la sua vita ammirandone le opere più affascinanti in locations suggestive.

Categorie
Austria Europa Vienna

Musei gratis a Vienna la prima domenica del mese e non solo

Chi non vorrebbe ogni tanto poter entrare gratis nei musei, soprattutto se parliamo di grandi città come Vienna, dove l’offerta è molto vasta e spesso non proprio economica?

Menomale che anche a Vienna molti musei organizzano giornate ad ingresso libero per tutti, che alcuni sono sempre gratuiti e che quasi tutti hanno numerose agevolazioni per giovani e studenti.

In questo articolo voglio quindi aiutarvi a scegliere quelli più interessanti per voi elencandovi i musei partecipanti alle varie iniziative e il link con l’articolo di approfondimento in tutti quelli che ho già visitato.

Categorie
Austria Europa Vienna

Neidhart Festsaal e i dipinti privati più antichi di Vienna

Era il 1407 quando il ricco mercante di tessuti Michael Menschein acquistò un edificio nel cuore di Vienna ed iniziò a ristrutturarlo.

Per ostentare il suo potere politico e finanziario fece costruire in quella casa anche una sala da ballo per accogliere gli ospiti con banchetti, musica e danze.

Per rendere gli ambienti ancora più lussuosi, fece decorare le pareti con raffinati dipinti murali. E sono proprio quelle immagini che oggi rendono così importante il palazzo.

Rinvenuti nel 1979, durante i lavori di restauro della casa, i dipinti hanno come protagoniste alcune scene narrate dal cantante di corte Neidhart, dal quale la sala ha preso il nome di Neidhart Festsaal.

Categorie
Austria Europa Vienna

Vindobona: i resti romani dell’antica Vienna al Römermuseum

Vindobona: così si chiamava Vienna quasi 2000 anni fa quando era un importante campo legionario fondato nel 97 d.C. lungo le rive del Danubio per proteggere i confini più settentrionali dell’Impero romano.

I romani hanno occupato Vienna per circa 350 anni ed hanno lasciato evidenti tracce del loro passaggio che sono arrivate fino ad oggi.

Durante gli scavi per la costruzione della metropolitana e per la ricostruzione della città dal XIX secolo in poi, sono emerse dal sottosuolo incredibili testimonianze che permettono di stabilire il ruolo di Vienna a quell’epoca.