Dopo due settimane all’insegna di città e natura il nostro itinerario è stato “corrotto” da un paio di giornate piuttosto insolite.
In un tour della California non si prende quasi mai in considerazione che nell’area tra San Francisco e San Jose, si trova tutto ciò che muove il mondo informatico, nella cosiddetta Silicon Valley.

Perché si chiama Silicon Valley?

Quanti giorni dedicare alla visita della Silicon Valley

Quali aziende hanno sede in Silicon Valley?

Come visitare la zona : Silicon Valley on the road

Aziende Hi-Tech a San Francisco

Perché si chiama Silicon Valley?

Nel 1971 viene coniato il termine Silicon Valley dal giornalista Don C. Hoefler per indicare l’area che dalla Santa Clara Valley si estende per tutta la Bay area meridionale. Silicon, che può erroneamente far pensare al silicone, indica in realtà il Silicio: materiale con il quale venivano fabbricati semiconduttori e microchip. Questa produzione era l’attività principale della zona e  immancabilmente finì per attirare aziende di computer, produttori di software e fornitori di servizi di rete.

Downtown San Jose – Silicon Valley

Adesso è sede di molte grandi aziende Hi-tech, di cui 39 nel Fortune 1000 e di migliaia di startup.

Sono qui gli uffici dove si crea la tecnologia del futuro, dove già si elabora ciò che conosceremo solo fra decenni, dove i nostri sistemi operativi e i programmi più utilizzati sono nati e tutt’oggi continuano ad essere sviluppati. E sebbene questo mondo sia lontanissimo dalla portata di molti di noi comuni mortali, in qualche modo si può cercare di colmare la curiosità respirando la stessa aria dei grandi cervelloni, curiosando tra gli edifici in cui si concentra gran parte del sapere tecnologico…

Quanti giorni dedicare alla visita della Silicon Valley

Innanzitutto, la maggior parte dei quartier generali non possono esser visitati all’interno, se non con invito di qualcuno che ci lavora (e se avete gli accosti non avete bisogno di questa guida). Di conseguenza la visita di questa zona si baserà prevalentemente su soste lungo la strada per immortalare le grandi insegne, facendo attenzione a non esser inseguiti dalla security. 

Nel caso in cui siate interessati ai punti principali, delle aziende più famose e in cui si può accedere in qualche area esterna, potrebbe bastarvi una sola giornata , se invece vi volete dedicare intensamente a tutti i quartier generali, ne serviranno almeno due, abbondanti.

 Vi chiederete perché due giorni, se c’è ben poco da vedere e se le soste saranno veloci… Beh perché nonostante questo e nonostante che il tutto si snodi in una ventina di miglia, il traffico nella zona è davvero impressionante e spostarsi da un’azienda all’altra vi porterà via molto tempo. Considerate di trascorrere due giornate intense quasi sempre in auto a impostare continuamente nuove destinazioni sul navigatore. Anche semplicemente perché ci sono almeno trenta quartier generali.

E’ indispensabile pianificare bene ciò che vi interessa e stabilire un percorso lineare di ciò che si trova lungo il tragitto, per evitare di girare continuamente intorno. A distanza di anni i lavori lungo le strade principali non finiscono mai, perciò oltre al traffico dovrete far i conti con i rallentamenti e con il GPS che ricalcola continuamente. 
Questa premessa è stata un po’ scoraggiante? Beh, voi però state ancora leggendo quindi vuol dire che siete davvero interessati e pronti a inoltrarvi nel temibile e misterioso mondo della tecnologia, sfidando traffico e security.

Quali aziende hanno sede in Silicon Valley?

Iniziamo col darvi un’idea di quante aziende si trovano in Silicon Valley. Quelle che qui hanno i loro Headquarters, ovvero i quartier generali sono:

Adobe , Andreesseen-Horowitz, Apple, Barracuda Network, Battery Ventures, Bea Systems , Cisco , Ebay, Facebook Headquarters + Facebook West campus + The Facebook inc. Headquarters, Googleplex (e Google a San Francisco), HP, Huawei,  Intel, Kleiner, Perkins, Caufield e Byers, LinkedIn , Magnet System, McAfee , Netflix, Nvidia, Netscape, Oracle, PayPal, Roku, Salesforce.com Hq, Samsung, SanDisk, Sequoia Capital, Square , Symantec Corporation, Tesla Motors, Tivo, Twitter , Yahoo! , Yelp e Youtube.

Come accennato precedentemente la maggior parte di questi sono off limits e richiedono una visita di pochi  minuti.  Se volete invece avere qualcosa da studiare e conoscere pure voi, potete perdervi qualche oretta nelle sale di musei quali: The Tech Museum, The Computer  History Museum e Intel Museum, o curiosare nei paraggi del famoso Garage di Steve Jobs nonché della sua abitazione o del Garage Hp.

Come visitare la zona : Silicon Valley on the road

Noi abbiamo scelto come base Santa Clara in cui i prezzi degli alloggi su Airbnb erano i più convenienti dell’intera Valley. Sì, perché non penserete mica di alloggiare tra i dipendenti di Apple o Google e i loro macchinoni da milioni di dollari, per pochi spiccioli?
Da Santa Clara si raggiunge facilmente San Jose, città con una Downtown piacevole che già da sola meriterebbe qualche ora di visita.  Qui troverete:

The Tech Museum:

Situato nel cuore della Downtown di San Jose, all’angolo tra Park Avenue e Market Street, al 201 S Market St. la sua missione è di ispirare l’innovatore che è in ognuno di noi, per questo accoglie curiosi di tutte le età, con mostre e attività interattive su scienza e tecnologia. E’ aperto dalle 10 am alle 5 pm ad un costo di 25$ per adulti e 20 $ per bambini, per la sola galleria del museo. In aggiunta si può scegliere anche l’opzione Imax 12$/10$ da incorporare in un biglietto combo di 31$ o 24 $ totali.

Adobe: 345 Park Avenue, San Jose. Niente di più che il classico edificio da fotografare dall’esterno.

Muovendo a sud verso la zona di Campbell si trovano in ordine di distanza

Ebay Headquarters: 2145 Hamilton Avenue, San Jose

Barracuda Network : 3175 Winchester Blvd, Campbell

Netflix :  100 Winchester Circle, Los Gatos.

Tutti e tre gli edifici, si possono vedere solo esternamente.

Risalendo verso Cupertino, una delle mete più agognate dai techno-fans, si trova in primis Roku, al 2980 di Saratoga Avenue. E’ un’azienda di elettronica di consumo che costruisce set-top box per lo streaming di servizi video e audio su Internet.

Poi finalmente si arriva là, dove la mela morsicata fa da padrona. Dove i discepoli di Steve Jobs portano avanti gelosi la sua eredità. Ci sono ben tre indirizzi differenti da visitare:
Apple Park Visitor Center: 10600 N Tantau Ave , Cupertino.
Praticamente il contentino per i turisti curiosi. Un’enorme Apple Store racchiuso tra le classiche vetrate trasparenti, un cafè e una grande sala con la riproduzione in scala ridotta della futura nuova sede di Apple. Sperimenterete un’attività interessante che vi permetterà di curiosare  all’interno di questa immensa area a forma di disco volante. Potrete con un semplice Ipad avvicinarvi al modellino nella zona che desiderate esplorare e con una serie di touch scoperchiare la struttura in modo tale da riuscire addirittura a contare le postazioni per gli impiegati. Potrete vedere la mensa, i parcheggi, le aree verdi… un modo divertente ed impressionante di coinvolgimento degli ospiti che avvalora la classica visita di un Apple Store.

Adesso vi chiederete, ma dove è questa famosa nuova sede?  L’indirizzo ufficiale che Apple ha già iniziato ad utilizzare da mesi  è One Apple Park Way, Cupertino. L’Apple Park, soprannominato dai dipendenti “Campus 2” è un paradiso di spazi verdi di ben 708.000 mq , concepito a suo tempo da Steve jobs come un centro in cui dedicarsi a innovazione e dare libero sfogo alla creatività. L’edificio principale è già famoso per la sua forma circolare, interamente rivestito con vetrate curve, le più grandi al mondo e con un impianto fotovoltaico da 17 megawatt sul tetto che permette di non avere bisogno di riscaldamento per almeno 9 mesi l’anno.

1-6 Apple Park Way – Cupertino – Nuova sede Apple

Poco lontano dall’ingresso dipendenti si trova un’area commerciale con supermercati e negozi e un ampio parcheggio. Noi abbiamo lasciato qui l’auto e siamo andati a piedi fino al padiglione che indica 1-6 Apple Park Way e curiosi abbiamo proseguito fino al gate d’ingresso tentando di immortalare il momento con qualche scatto furtivo. Ma non è una bella idea. Le signore della security con corposi movimenti delle braccia e qualche urlo ci hanno gentilmente allontanato.

Soluzione migliore? Terzo indirizzo:
1 Infinite Loop, Cupertino. Il più accessibile, almeno dall’esterno. Dispone di ampi parcheggi anche per i visitatori e sebbene non si possa entrare all’interno è possibile passeggiare tra i vialetti intorno al palazzo e scattare foto di fronte alla maestosa facciata in vetro sormontata da una copertura a volta  dove la bandiera americana e californiana, accanto all’insegna nera con il grande numero uno verde, faranno da sfondo ai vostri ricordi. All’incrocio poco distante non perdetevi poi l’insegna bianca con la mela azzurra e la scritta Apple Campus, One Infinite Loop.

Se decidete di visitare anche solo sommariamente tutte e tre le sedi, vi troverete impegnati per almeno due ore.

A poche miglia di distanza non potete poi perdervi il Garage di Steve Jobs. Si trova al 2066 Crist Dr, a Los Altos, in un delizioso quartiere residenziale, tra casette colorate , con giardino di fronte e tanti alberelli. In questo famoso garage, secondo la leggenda è nata Apple. Lo riconoscerete sicuramente in quanto i nuovi proprietari hanno istallato cartelli che intimano di non avvicinarsi, esasperati dalla folla che tutt’oggi attira. Rimanete sul ciglio della strada senza invadere vialetto o giardino e non avrete problemi e per parcheggiare vi basterà accostarvi lungo il marciapiede.

Steve Jobs Garage – Los Altos

Da qui potete scegliere se dirigervi a nord, raggiungere direttamente il Computer History Museum, visitare il Googleplex e rientrare alla base con un loop, o tornare verso est in direzione Santa Clara dove si trova l’Intel Museum.

l’Intel Museum è al 2200 Mission College Boulevrad , Santa Clara. Il museo essendo piuttosto piccolo richiede circa una mezz’ora di tempo per la visita che è gratuita. Si concentra sui semiconduttori ed esclusivamente sulla tecnologia Intel.  

A sole 2 miglia di distanza si trova anche il campus della UCSC al 3175 Bowers Avenue, Santa Clara. Non è accessibile ai visitatori e dall’esterno non è altro che un palazzone scuro e anonimo.

UC Santa Cruz Silicon Valley Campus – Santa Clara

5 miglia più a Nord si trova il quartier generale di Yahoo!  Al 701 1st Ave, Sunnyvale. Se riuscite a parcheggiare lungo un marciapiede poco lontano dall’enorme incrocio, potrete fotografare la grande insegna bianca con la scritta viola di Yahoo! Niente di più. Non avvicinatevi nemmeno ai loro parcheggi perché sarete rimbalzati indietro dalla security che vi terrà d’occhio finché non ve ne andrete.

2 miglia a sud e vi ritroverete da LinkedIn al 2029 Stierlin Court a Mountain View ,un grande palazzo dove si alternano mattoncini rossi e vetrate sormontato dall’insegna azzurra e bianca.  Tempo di uno scatto veloce e si riparte

Alla stessa distanza si trova anche la Symantec Corporation a 350 Ellis St, Mountain View. Symantec aiuta i consumatori e le organizzazioni  a proteggere e gestire le loro informazioni. In primis dai turisti curiosi. Accontentatevi di uno scatto alla classica insegna  con il cerchio giallo e il tic, nel ben curato giardino a cui i soliti palazzi a vetrate fanno da sfondo.

Sempre ad una distanza di poche miglia, che però tradotte in minuti di guida non sono mai meno di 10/15, si trova il Centro di Ricerca Ames della Nasa a Moffet Field. Per raggiungerlo si deve uscire dalla US101 presso Moffet BLvd/ NASA Parkway e seguire le indicazioni fino ad un ampio parcheggio di fronte al gate d’ingresso.

All’interno si trova anche la Singularity University nel building 20 in S. Akron Rd. Inutile dire che entrambe non sono accessibili al pubblico. L’unico modo per calpestare il terreno della base è farsi dare un pass all’ingresso della struttura, per la visita del Moffet Field Historical Museum, aperto solo dal mercoledì al sabato 10-15 in cui in una mezz’ora potrete osservare dirigibili della prima metà del Ventesimo secolo.

L’altra parte che potrete visitare è il Nasa Exploration Center in cui è allestita una sommaria mostra su strumenti, macchinari e utensili utilizzati nell’esplorazione dello spazio e qualche pannello esplicativo di ciò che si svolge al centro . Essendo gratuita potete provare ad entrare per curiosare, ma non aspettatevi chissà cosa, alle brutte uscirete con qualche simpatico gadget acquistato nel minuscolo angolo souvenirs.

Dopo varie visite veloci siete finalmente arrivati nella zona in cui potete dedicarvi ad una maggiore esplorazione: Mountain View vi svelerà tutta la storia dei computer al Computer History Museum ma soprattutto l’immenso Googleplex.

Il Computer History Museum si trova al 1401 N Shoreline Blvd, Mountain View e contiene la più grande e significativa collezione di pezzi rari e unici  riguardanti la storia e lo sviluppo di questa macchina. Si può visitare dal mercoledì alla domenica dalle 10 am alle 5 pm mentre il venerdì l’orario di chiusura si estende fino alle 9 pm. L’ingresso generico costa 17,5$ per gli adulti e 6$ per bimbi dagli 8 ai 12 anni, ma è possibile anche acquistare pacchetti Supergeek o Total Geek a 30 $ o 46 $ per portarsi a casa un kit con t-shirt, cappello e vari accessori.

E finalmente arriviamo a  Googleplex. L’indirizzo ufficiale è 1600 Amphitheatre Parkway, ma vi consigliamo di leggere l’approfondimento qui per capire come muoversi nell’intera area.

Googleplex – Mountain View

Dopo un paio d’ore dedicate alla visita delle varie attrazioni alle quali il colosso Google vi permette di avvicinarvi, ripartite alla volta di aziende dai grandi nomi e dalla grande segretezza:

A Menlo Park lungo la Sand Hill Road si trovano Sequoia Capital al 3000, Kleiner perkins, Caufield & Byers al 2750 e Battery Ventures al 2884.

In prossimità dell’oceano più a Nord, sempre nella stessa cittadina, Menlo Park, ha sede l’azienda del famosissimo pollice azzurro all’insù. Al 312 -313 di Constitution Drive si trova il West Campus di Facebook, che occupa ben 22 acri , il quartier generale invece è al numero 1 di Hacker Way. Segnate quest’ultimo indirizzo per uno scatto veloce all’insegna, ma non aspettatevi niente di entusiasmante. Gli edifici, inaccessibili, sono anche piuttosto anonimi e in pochi minuti avrete finito la vostra visita. Se capitate in estate mettete in conto qualche decina di minuti in più per curiosare al Facebook Farmers Market che si svolge nel parcheggio principale.

Non ci resta che visitare adesso la zona di Palo Alto, famosa per l’antica Università di Stanford, nasconde anche altre piacevoli sorprese. Ma procediamo per gradi. Per info dettagliate sul meraviglioso campus vi rimandiamo all’articolo che gli abbiamo interamente dedicato mentre adesso vi sveliamo le due tappe che proprio non potete perdervi.

A  poche centinaia di metri di distanza l’una dall’altra troverete due abitazioni in quartieri deliziosi ma apparentemente anonime:

Hp Garage: 367 Addison Ave, Palo Alto

Una targa commemorativa è stata affissa , non è visitabile all’interno, ma noi abbiamo incontrato due gentili signore che stavano uscendo e che si son offerte anche di farci una foto. Tempo di visita: qualche minuto ma merita una sosta. Molto semplice parcheggiare lungo la strada.

Casa di Steve Jobs: 2101 Waverly Street. Nascosta e protetta dalla vegetazione lascia intravedere solamente una parte del tetto. Avvicinatevi con rispetto e non intralciate l’uscita dal viale principale. Può sembrare un po’ lasciata andare, vista la rigogliosa vegetazione che la circonda, ma è tutt’ora abitata dalla famiglia di Steve quindi meglio non disturbare,  soprattutto perché è controllata da un tizio che non sappiamo chi è, che allontana chiunque si avvicini.

Casa di Steve Jobs – Palo Alto

Con l’ennesimo omaggio al Fondatore di Apple abbandonerete l’area di maggior concentrazione di aziende tech, ma se avete ancora tempo da dedicare alla zona potete fare un salto al Tesla Motors Show Room al 4180 El Camino Real, Palo Alto. Qui sono esposti i motori Tesla, visibili a tutti, anche a chi non può permetterseli e potrete imparare tutto sui suoi veicoli elettrici. C’è anche la possibilità di fare un test drive, ma è necessario avere più di 25 anni e soprattutto una valida patente americana, quindi difficilmente riuscirete a farlo. La visita vi porterà via non più di 30 minuti.

Adesso è arrivato davvero il momento di salutare Palo Alto e dirigersi a nord verso San Francisco, dove troverete, però solo per qualche selfie veloce:

Oracle : 500 Oracle Parkway a Redwood City, dove prima sorgeva Marine World, che si è trasferito.

Youtube : 901 Cherry Avenue a San Bruno. Tristemente note per la sparatoria dell’aprile 2018 è visibile dall’esterno la struttura con le vetrate , la scalinata e le varie insegne. Attenzione però. Non troverete la classica scritta rossa e bianca, ma un amalgama bianco sporco. A detta del ragazzo della security si sono stinte. Anche qui tempo di visita massimo 10 minuti, a meno che non vogliate mangiarvi un panino da Carl’s che si affaccia sul parcheggio laterale.

Youtube Hq – San Bruno

Aziende Hi-Tech a San Francisco

Se avete in programma anche una sosta a San Francisco, per quanto questa città sia spesso visitata per ben molte altre attrazioni, ai lati della Market Street in linea retta si trovano:

 Twitter al 1455- 1301 Market St, un enorme palazzo ad angolo con una grande insegna bianca verticale e il classico uccellino azzurro.

Yelp al 140 New Montgomery Street. La sua sede si trova all’interno dello storico Pac Bell building, un imponente palazzo di 26 piani in stile art-deco il cui ingresso è sovrastato da un maestoso arco. L’insegna di Yelp nella placca d’oro non è nemmeno ben visibile, ma il palazzo è davvero suggestivo.

Salesforce.com al 121 Spear street / 1 Market street #300

Al 345 di Spear Street potrete finire il vostro tour con gli uffici di Google.  A ridosso dell’Embarcadero, con una vista mozzafiato sul Bay Bridge gli impiegati non possono certo lamentarsi della location di questa sede. E sicuramente nemmeno voi , anche se vi dovrete accontentare di osservare il panorama al di fuori dell’edificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *