Categorie
Stati Uniti

Tutte le attrazioni lungo la Route 66 in Texas

Il tratto di Route 66 in Texas, è uno dei più ricchi di attrazioni interessanti, così come l’intero Stato è tra i più affascinanti.

The Lone Star State, così è chiamato il Texas anche se in realtà la parola che lo contraddistingue è “Friendship“, amicizia.

Nonostante i texani amino ribadire il motto “don’t mess with Texas“, il nome stesso dello Stato, deriva dalla parola indiana táysha che significa “amici”. Ed è proprio con questo atteggiamento che verrete accolti: incontrerete persone amichevoli e accoglienti, ovviamente solo finché non vengono presi in giro.

Il Texas è immenso e anche se potrebbe esser difficile da credersi, lì ogni cosa è ancora più grande degli standard americani. Non sono bastati due viaggi per girarlo tutto, ma già appena messo piede a Dallas la prima volta, me ne sono innamorata…

Ma torniamo alla Route 66, che lo attraversa solo per una piccola parte a Nord, nella regione chiamata Panhandle Plains, per 178 miglia, da Glenrio a Texola (OK).

Iniziamo a scoprire le attrazioni partendo da ovest, come per gli altri stati di cui vi ho parlato (trovate i link in fondo all’articolo).

Doverosa è però una breve menzione anche di Texola immediatamente al confine con l’Oklahoma, dove è terminato il mio on the road, che era partito da Los Angeles.

Vi presento le attrazioni della Route 66 in Texas

1 Texola (OK)
2 Shamrock
3 McLean
4 Groom
5 Conway
6 Amarillo
7 Vega
8 Adrian

1 Texola (OK)

Texola ha solo 36 abitanti, possiamo considerarla quindi una ghost town. Dista un miglio dal confine con il Texas, il suo soprannome è “Beerola” e il suo motto “There is No Place Like Texola”.

Qui troverete una piccola struttura, che ancora conserva le sembianze della baracca che era diventata: il Water hole #2 dove in pochi metri quadri di spazio vitale è stato creato un piccolo bar con annessi souvenirs, accatastati in un paio di scaffali in un angolo.

Ad accogliermi c’erano più cani che persone: non sembravano randagi, ma nemmeno troppo amichevoli. Tempo di fare un paio di foto e di “scegliere” tra le due calamite disponibili e finalmente vi parlo del Texas.

La prima tappa che incontriamo è:

2 Shamrock

L’attrazione principale è l’iconico edifico in stile art-deco dell’ U Drop Inn (1242 N Main St), che è stato perfettamente riprodotto nella cittadina di Radiator Springs, del cartone animato Cars. Risale al 1936 e dopo una ristrutturazione recente ospita un ufficio di informazioni turistiche, che però chiude un po’ troppo presto nel pomeriggio.

U Drop Inn attrazioni Route 66 Texas
U Drop Inn – Shamrock – Route 66 Texas

Interessante è anche il Pioneer West Museum (204 N Madden St) costruito in un vecchio hotel in cui sono esposti cimeli di indiani, pionieri, cowboy e riguardanti la missione spaziale Apollo XII.

Shamrock significa buona fortuna e da come si può intuire, deve il suo nome ad un immigrato irlandese. La cittadina esterna fieramente le proprie origini, tanto che dal 1938 festeggia anche San Patrizio con parate e spettacoli.

3 McLean

20 miglia ad Ovest incontriamo la seconda cittadina importante.

L’attrazione più famosa di McLean è la Phillips 66 Station (First Street R66), anche definita “casa delle bambole”. E’ la prima stazione di servizio di questa compagnia costruita al di fuori dell’Oklahoma. Recentemente restaurata, con le sue calde tonalità del rosso è imperdibile per una foto ricordo.

attrazioni lungo la Route 66 in Texas McLean
Phillips 66 Station – McLean – Texas

Al Devil’s Rope and Route 66 Museum (100 Kingsley St, McLean) è esposta la collezione più grande al mondo di filo spinato, oltre ai classici cimeli della route 66. Per maggiori informazioni sulla visita cliccate qui.

Al McLean-Alanreed Area Museum (116 Main St, McLean), sono visibili artefatti della storia di McLean, abiti dei pionieri e anche testimonianze della Seconda Guerra mondiale e del campo dei prigionieri di guerra che era poco distante dalla città.

Alanreed

Sette miglia dopo McLean si incontra la ghost town di Alanreed, che un tempo era una delle città più fiorenti lungo la Route 66 in Texas.

Appena fuori fate attenzione al Jericho Gap, un tratto di strada famoso perché vi venivano intrappolate le auto nel fango. Questa sua particolarità la portò ad una fiorente crescita di officine meccaniche e il dubbio è che fossero proprio gli abitanti a creare i presupposti per far impantanare i veicoli dei malcapitati.

4 Groom

Dopo altre 23 miglia, all’orizzonte inizierete ad intravedere i due simboli principali della cittadina di Groom.

La Britten Leaning Water Tower è una cisterna d’acqua inclinata in modo del tutto anomalo mentre la Groom Cross è una croce di 57 metri, visibile da oltre 20 miglia di distanza.

Simbolo della fede degli abitanti di Groom, venne installata per protesta contro le insegne osè che rovinavano il decoro della cittadina e dell’intera Route 66. Alla base è circondata da statue a grandezza naturale che ricordano le sofferenze della Via Crucis.

5 Conway

Ancora 16 miglia e nella ghost town di Conway, una simpatica replica del più famoso Cadillac Ranch di Amarillo, si nasconde in un angolo polveroso e malandato della Route 66.

Si tratta del Bug Ranch e dei suoi Maggiolini Volkswagen conficcati nel terreno, accanto ad una baracca in legno dove i “graffitari”da ogni parte del mondo si divertono a imbrattare le pareti.

Giusto il tempo di un paio di foto e si riparte per altre 30 miglia.

6 Amarillo

Amarillo è la cittadina più famosa del tratto di Route 66 in Texas per ben due motivi.

Il Big Texan Steak Ranch (7701 I-40) oltre ad esser una struttura appariscente con la statua di un toro gigante all’ingresso, nel suo ristorante ospita una vera sfida alla “Man Vs Food” (ed Adam ovviamente ha partecipato).

Una bistecca da 2 kg, che deve essere divorata in un’ora, aspetta i più famelici. Chi vince non paga il conto e potrà vedere appesa la foto della gloriosa impresa direttamente nel Wall of Fame. Chi perde dovrà lasciare in cassa 72 dollari. Indipendentemente dalla sfida, il menù propone carne succulenta e polposa con prezzi e tagli molto più accessibili. Attenzione però perché crea dipendenza.

La seconda attrazione caratteristica di Amarillo è il Cadillac Ranch. Un’installazione di 10 cadillac vintage voluta da Stanley Marsh, nel 1974, spostata poi dal luogo originario nel 1994 a causa dell’espansione della cittadina. Adesso si trova 2 miglia più ad ovest, in un terreno che diventa spesso melmoso e lontano dal ciglio della strada.

Ovviamente è protagonista del film Cars, ma anche omaggiata dalla canzone omonima di Bruce Springsteen. Non è così entusiasmante come sembra: le foto con i colori spesso ritoccati e più vivaci la esaltano forse un pò troppo, ma essendo ormai un’icona della Route 66 è una tappa imperdibile. Munitevi di scarpe adatte se nei giorni precedenti ha piovuto o rischiate di doverne comprare un paio nuovo.

attrazioni Route 66 Texas  Cadillac Ranch Amarillo
Cadillac ranch – Amarillo – Route 66 Texas

7 Vega

Altre 25 miglia e si arriva a Vega in cui a parte la Stazione di servizio Magnolia e il Dot’s Mini Museum che espone, in un piccolo spazio, una vasta collezione di cimeli legati alla Mother Road, non c’è molto altro da vedere.

8 Adrian

Ultima tappa del Texas, Adrian si trova esattamente al centro della Route 66, come ricorda anche l’iconico cartello di fronte al Midpoint Café (305 West Historic Route 66). 1139 miglia sia da Los Angeles che da Chicago.

Il posto perfetto per una foto ricordo e uno spuntino, che purtroppo a me non è toccato. Durante i mesi meno turistici (nel mio caso novembre) il locale fa orario ridotto e nonostante mi fossi preoccupata di contattare i gestori prima della partenza, l’ho trovato chiuso. Proprio un peccato, perché le torte hanno una gran bella reputazione.

Accanto si trova la Sunflower Station, un negozio di accessori vintage, colori e fiori ovunque. Una bici azzurra adornata di girasoli, le stelle simbolo del Texas sopra il portone d’ingresso e un personaggio di Cars parcheggiato in un angolo. L’ex proprietaria del Midpoint Cafè, nel 2012 ha rinnovato una vecchia stazione di servizio creando questo “negozio dei Girasoli”. Ed è proprio lei che ha ispirato il personaggio di Flo in Cars. Peccato aver trovato chiuso anche questo, si dice sia una signora molto disponibile e chissà quanti aneddoti ha da raccontare.

Altre 20 miglia e da Adrian siamo pronti per entrare in New Mexico: “The land of Enchantment” e poi ancora in Arizona, dove sembra davvero di vivere nel cartone animato di Cars:

Attrazioni lungo la Route 66 in New Mexico

Attrazioni lungo la Route 66 in Arizona

Vi è piaciuto questo tratto di Route 66?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.