Categorie
Europa Francia Lourdes

La Grotta di Massabielle: il cuore spirituale di Lourdes

La Grotta di Massabielle a Lourdes è uno dei luoghi più significativi e venerati della città per la sua profonda importanza spirituale.

È qui che, secondo la tradizione, la Vergine Maria apparve a Bernadette Soubirous l’11 febbraio 1858, dando inizio ad un totale di 18 Apparizioni che avrebbero reso Lourdes un importante centro di pellegrinaggio.

Dove si trova la Grotta di Massabielle a Lourdes

Santuario sopra la Grotta di Lourdes

La Grotta di Massabielle è incastonata in una parete rocciosa su cui oggi sorgono le tre Basiliche del Santuario, a pochi passi dal centro storico di Lourdes.

All’epoca delle Apparizioni era un luogo buio e selvaggio sulle rive del fiume Gave de Pau. Fu lì che la piccola Bernadette, insieme a due sorelle, decise di recarsi l’11 febbraio 1858 alla ricerca di legna da ardere per la famiglia, ridotta in povertà.

Nonostante intorno sia stato costruito il Santuario, è ancora immersa tra alberi, prati e vegetazione rigogliosa che rendono l’atmosfera ancor più mistia e rilassante.

La Grotta di Lourdes: cosa vedere

Grotta di Massabielle Lourdes

In ricordo delle Apparizioni, già nel 1864, nell’anfratto dove apparve la Vergine situato in alto a destra rispetto alla grotta, venne installata una statua di marmo bianco che la rappresenta fedelmente basandosi sulla descrizione di Bernadette.

La statua, realizzata da Joseph-Hugues Fabisch, raffigura la Signora con un velo e una lunga veste bianca, una cintura azzurra in vita, un Rosario e due rose gialle ai piedi.

Sotto la statua, sono impresse le parole “Que soy era Imaculada Counceptiou” (“Io sono l’Immacolata Concezione”). Fu con queste parole che la Vergine si presentò a Bernadette dopo le sue numerose richieste di conoscerne il nome da riferire al curato Peryramale.

All’interno della grotta, dietro l’altare e protetta da una vetrata, si può ammirare la sorgente scoperta da Bernadette quando la Vergine le chiese: “Vai a bere dalla fonte e lavati”. E’ una delle 8 sorgenti che alimentano il fiume, le fontane e le piscine.

>> Scopri qui il Cammino di Bernadette a Lourdes <<

Molti visitatori si avvicinano alla grotta per toccare la roccia costantemente bagnata, pregare, riflettere e lasciare offerte di candele e fiori come segno di devozione.

Nei periodi di maggior afflusso turistico si forma una lunga fila indiana lungo la parete rocciosa. I fedeli scorrono lentamente in attesa di poter entrare nella grotta e di vivere un momento di intima connessione spirituale e di profonda emozione.

Di fronte alla statua della Vergine si trova un grande candelabro dove la fiamma ardente delle candele prolunga le preghiere con le quali vengono affidate le proprie intenzioni alla Madonna.

Era il 19 febbraio 1858 quando Bernadette portò per la prima volta alla Grotta una candela. Il 7 aprile, mercoledì di Pasqua, la fiamma del cero tra le sue mani le sfiorò le dita senza bruciarle.

Per terra, di fronte alla Grotta ma leggermente a sinistra, tra le panche per accogliere chi assiste alle funzioni religiose, una mattonella riporta la scritta “qui pregava Bernadette l’11 febbraio 1858”. Indica l’esatto luogo in cui si trovava la ragazzina al momento dell’apparizione.

La sorgente e l’acqua di Lourdes

Sorgente Grotta di Lourdes

Il 25 febbraio 1858, giorno della nona Apparizione, Bernadette scoprì la sorgente, ancora oggi visibile ma protetta da una lastra di vetro.

“La Signora” chiese a Bernadette di scavare la terra sul retro della grotta e la invitò ad “andare alla sorgente a bere e lavarsi”.

Inizialmente Bernadette riuscì a bere solo fango e quando le 300 persone presenti la videro sporca in faccia, la considerarono semplicemente una pazza. Ma quel gesto di fede immensa e l’acqua limpida che dopo poco iniziò a sgorgare, sono diventati ben presto simbolo di speranza per milioni di persone.

In realtà l’acqua di quella sorgente di Lourdes non ha alcuna proprietà particolare, ma le parole di Bernadette aiutano a comprendere la sua forza miracolosa:

“Si prende l’acqua come una medicina…. bisogna avere la fede, bisogna pregare: quest’acqua non avrebbe virtù senza la fede!”

Queste parole di Bernadette rivelano il vero e profondo significato dell’acqua di Lourdes. La sorgente simboleggia la forza di vivere e la purezza che possiamo trovare liberandoci dal fango che rappresenta il peccato. Le guarigioni fisiche possono avvenire, e ci sono state, ma fanno parte di una guarigione più grande che avviene nell’anima e nel cuore.

Ed è per questo che bere e lavarsi con l’acqua di Lourdes simboleggia un ritrovamento della propria sfera spirituale, un richiamo potente per un indescrivibile senso di pace interiore.

Che siate credenti o semplici curiosi, la visita alla Grotta di Massabielle a Lourdes sarà un’esperienza indimenticabile che lascerà un’impronta nel vostro cuore.

>> Scopri qui tutte le meraviglie che puoi vedere a Lourdes <<

Le celebrazioni all’interno della Grotta di Lourdes

Durante tutta la giornata, all’interno della grotta di Lourdes si svolgono varie celebrazioni religiose in diverse lingue. Questi sono alcuni esempi, ma per orari ed eventi più dettagliati ti invito a controllare gli schermi all’ingresso del Santuario o a rivolgerti al centro informazioni.

  • Messa in italiano: ogni primo sabato del mese (eccetto maggio e agosto) vi si svolge la messa in italiano alle ore 8.30 e alle 23.00 (aprile – ottobre).
  • Angelus: alle 11.50, a partire dalla Settimana Santa, tutti i giorni eccetto sabato e domenica.
  • Rosario: tutti i giorni alle 18, tutto l’anno.
  • Chapelet aux flambeaux: ore 20.30 nel weekend e durante le festività scolastiche, nel periodo invernale.

Puoi controllare che cosa avviene in diretta alla Grotta tramite TV Lourdes online, o assistere alle celebrazioni più importanti su TV 2000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *