Categorie
Curiosità Viaggi

MyVegas: giocare gratis per ottenere coupons sconto a Las Vegas

Un’altra app che non dovete perdervi se avete intenzione di far tappa a Las Vegas è MyVegas, con la quale otterrete coupons sconto per varie attrazioni, hotel o ristoranti.

Categorie
Riconoscimenti ed Eventi

Sunshine Blogger Award 2019, ci siamo anche noi!

Oggi questo articolo non tratterà una destinazione particolare o un diario di viaggio, ma vi parleremo del nostro primo traguardo raggiunto dopo solo due mesi dall’apertura del blog. È con grande piacere che siamo stati nominati da @iregazconlavaligia, che vi invitiamo a seguire perché hanno un account strepitoso, per il Sunshine Blogger Award. Una nomination inaspettata, ma che ci fa onore ,in quanto nonostante siamo ancora inesperti e abbiamo davanti una lunga strada per migliorarci, siamo riusciti a trasmettere il nostro amore e la nostra passione per i viaggi e ad ispirare gioia e positività ai nostri “colleghi” e lettori . 

Categorie
Altro

Oasis at Gold Spike – Las Vegas

L’Oasis at Gold Spike si trova a pochi passi dalla Fremont, al 217 Las Vegas Blvd N, in una zona tranquilla anche di notte, nonostante ci sia sempre in giro qualche senzatetto.

L’accoglienza al check in è molto sommaria e viene richiesta una caparra e il pagamento in loco della tassa resort di 20 $ circa per sistemazione a notte che include uso della piscina, palestra, wifi e parcheggio.

Si accede alle camere dall’ingresso del casinò, che più che altro è una sala giochi, con biliardi, freccette, giochi elettronici e un bar . Uscendo dalla parte opposta si accede ad un’area relax all’esterno con divanetti e poltrone immerse nel verde e da lì, solo con la chiave della camera, si può entrare in piscina. Qui sono disponibili per tutti gli ospiti lettini, sedie a dondolo, pouff, poltrone in acqua e anche asciugamani.

Categorie
Altro California 2018 Curiosità Diari di viaggio

20 giorni on the road nella West Coast

Il nostro itinerario tra California – Nevada – Utah – Arizona – Settembre 2018

Settembre 2018. Dopo tante peripezie e rinvii finalmente il nostro sogno di un primo viaggio negli States insieme si concretizza…
20 giorni on the road nella West Coast , tra California, Nevada, Utah e Arizona, oltre 2000 miglia percorse e 5 mesi di ricerche per trovare le offerte più economiche, per un totale di circa 1300 euro di spesa a persona, tutto compreso, esclusi i vizi e le attrazioni ovviamente…

Categorie
Altro

Top 9 delle attrazioni da fare a Las Vegas con meno di 50 dollari

Las Vegas si sa, è la città del peccato e se già avete esaurito tutte le opzioni per un intrattenimento gratuito, perché non concedersi qualche sfizio in più, partecipando ad una delle tante altre attività che propone, seppur a pagamento? In questo articolo vogliamo elencarvi la nostra top 9 delle attrazioni di Las Vegas che con meno di 50 dollari, salvo opzioni extra più costose, potrebbero stuzzicare ancora il vostro interesse.

Categorie
Nevada

Las Vegas gratis: si può

La top 10 delle attrazioni gratuite a Las Vegas

Voi ci credete che a Las Vegas ci sono molte attrazioni gratuite che vi faranno vivere esperienze totalmente diverse da quelle che immaginate?

Quando si pensa a Las Vegas la prima cosa che viene in mente sono le immense sale giochi e gli spogliarelli peccaminosi, ma state tranquilli che la città ha molto altro da offrire e quando vi diciamo che merita una visita di ben più di 2 giorni, credeteci…

Non sta comunque certo a noi imporvi la durata del vostro soggiorno, ma in questo articolo vogliamo stuzzicarvi le idee con una lista delle attrazioni gratuite, che per cominciare potete valutare di aggiungere al vostro itinerario…

Categorie
California 2018 Diari di viaggio

Giorno 5 – Las Vegas – Monument Valley

Inizia il vero on the road

13 Settembre

È già arrivato il momento di lasciare la mia, anzi nostra, perché ormai ho contagiato anche Dome, amata Las Vegas. Sono le 8 e oggi ci aspetta la tappa più lunga di tutto l’on the road. 415 miglia totali, quasi 7 ore di viaggio per raggiungere Mexican Hat dove alloggeremo questa notte.

Sentiamo però che ancora ci manca qualcosa. Dobbiamo almeno vedere velocemente Luxor e Excalibur e il cartello “Welcome to Fabulous Las Vegas”.  Sono solo a qualche miglio di distanza. Andiamo! Partiamo direzione sud, lungo la strip per godercela un’ultima volta.  Arrivati circa a metà strada , il degenero: alcuni lavori sulla nostra corsia ci rallentano spaventosamente, tanto che in preda alla disperazione arriviamo al Luxor dopo un’ora! Niente. Non possiamo permetterci di scendere né tantomeno di arrivare al Welcome sign, che sfortuna . Abbiamo perso solo tempo! Ma vabè : cara Las Vegas torneremo!  E questa volta mi impunterò per restarci mooolti più giorni. Probabilmente non dovrò nemmeno insistere troppo . Credo che  Dome abbia capito che doveva darmi retta in fase di preparazione itinerario e dedicargli più tempo. Ma ormai il danno è fatto! Ci aspetta un netto cambiamento di scenario, ma ce lo dobbiamo sudare con tutti quei km. Facciamo il pieno. Il tragitto sarà per un bel pezzo monotono e deserto, quindi meglio non rischiare.

Categorie
Altro California 2018 Diari di viaggio

Giorno 4 – Las Vegas

12 settembre

Dannato jet lag. Sono le 7.30  e siamo già svegli con gli occhi spalancati da almeno 2 ore. La cosa ironica è che siamo entrambi esausti per la giornata di ieri e vorremmo riposare un altro po’ ma si sa, Vegas è la città che non dorme mai e con noi non intende fare sconti. Unica soluzione: scendere dal letto, cambiarsi e… si parte!

Categorie
Curiosità

Scoprire Las Vegas: ad ogni mia visita, un colpo di scena

La mia prima volta a Las Vegas

Ho avuto la fortuna di scoprire Las Vegas nel 2008, quando da viaggiatrice ancora inesperta, affrontai anche il mio primo volo transoceanico. Scelsi quella meta quasi per caso e non sapevo nemmeno cosa aspettarmi.

Mi ritrovai catapultata in un’altra dimensione, furono 4 giorni di stordimento. Ero capitata nel paese dei balocchi, dove tutto quello che nemmeno ti immagini esiste davvero. 

Il primo impatto fu quindi un grande punto interrogativo: tutto intorno a me era troppo grande, troppo chic, troppo diverso, eccentrico, colorato, illuminato… Tutto troppo per me che a quel tempo, vuoi l’utilizzo di internet più limitato, vuoi le mie scarse conoscenze geografiche e il fatto che avevo solo vent’anni, non riuscivo a capire se stavo sognando o realmente ero venuta a conoscenza di un mondo totalmente fuori dagli schemi e diverso dal mio.

Categorie
Altro Curiosità

La nascita di Las Vegas: Bugsy Siegel e il Flamingo

Las Vegas, città più famosa dello stato del Nevada, nonostante non ne sia capitale, è diventata nel corso degli anni, meta sempre più ambita da turisti di tutto il mondo. Ma com’è che tutto ebbe inizio? A quando risale la sua nascita? E chi era Bugsy Siegel, fondatore del Flamingo?

Un po’ di storia

Poco meno di 200 anni fa era il nulla, un deserto pieno di rocce e qualche arbusto, finché nel 1829 un pioniere Rafael Rivera , per caso si trovò a passare nella zona di Las Vegas Spring e scoprì un’oasi ricca di acqua a metà strada per Los Angeles.