Categorie
Louisiana Stati Uniti

Tour delle piantagioni in Louisiana: Oak Alley e Evergreen Plantation

Gli Stati Uniti del Sud hanno un fascino unico e ammaliante e per scoprirlo totalmente non ci si può esimere dal fare un tour delle piantagioni in Louisiana.

Scenari senza tempo, ampi spazi verdi, le paludi e le immense querce della Virginia, simboli del vecchio Sud, sopravvissuti anche agli uragani, testimoni di vicende antiche…

E poi ci sono le residenze lussuose, eleganti, che sorgono dalle verdi piantagioni e nascondono ancora il ricordo di secoli di schiavitù, l’altra faccia della Louisiana e degli Stati del Sud.

Dove trovare le piantagioni in Louisiana
Le mie scelte: Oak Alley plantation e Evergreen Plantation
Altre piantagioni lungo il Mississippi in Louisiana

Dove trovare le piantagioni in Louisiana: cosa sapere prima di iniziare il tour

Lungo la River Road, o per i più nostalgici Plantation Alley, il tratto di strada che collega Baton Rouge a New Orleans, già dalla fine del 1700 si stava scrivendo una delle pagine di storia più importanti, di una delle zone più ricche degli Stati Uniti.

Già a circa 30 km di distanza da New Orleans, si iniziano ad intravedere le prime ville lussuose, circondate da campi infiniti e dalle querce con il loro inseparabile muschio appeso ai rami, che creano un paesaggio fiabesco, uno scenario idilliaco.

Si susseguono una dopo l’altra, da entrambi i lati della strada.

Alcune rubano la scena a quelle di dimensioni più piccole e dall’architettura più modesta, ma tutte, raccontano di pranzi sfarzosi, ricevimenti, ricchezza e di amori travagliati.

Quelle situazioni che Via col Vento ha portato nelle case di tutto il mondo.

E proprio come nel film, tra quelle mura e tra le tante minuscole strutture della piantagione, si nasconde ancora il lato oscuro di quel fiorente periodo.

La schiavitù, le sofferenze, la vita fatta di stenti, degli schiavi, costretti a lavori pesanti e all’annullamento di tutti i loro diritti.
Persone che però nonostante tutto, proprio in quei campi, cantando per esprimere la loro angoscia, hanno dato vita al Blues.

Evergreen Plantation - tour delle piantagioni di canna da zucchero in Louisiana
Evergreen Plantation

E un importante numero di questi schiavi era proprio impiegato nel lavoro delle piantagioni in Louisiana che vi sto per descrivere.

Ci sono circa 12 dimore storiche, imponenti, circondate da spazi infiniti, piantagioni, quartieri degli schiavi e sugar houses.

In un tour di un giorno, partendo da New Orleans se ne riescono a visitare almeno un paio, rigorosamente partecipando ad una visita guidata che avviene solo ad orari prestabiliti.

Alcune sono addirittura diventate bed and breakfast, pronte a fornirvi un’esperienza completa, coinvolgendo anche il palato, con piatti tipici della cucina cajun.

Le mie scelte: Oak Alley plantation e Evergreen Plantation

Oak Alley Plantation

Viale di querce di fronte alla Oak Alley Plantation - tour delle Piantagioni in Louisiana
Viale di fronte alla Oak Alley Plantation – Louisiana

La Oak Alley Plantation è senza dubbio la più scenica delle piantagioni. Il viale d’ingresso affiancato da due filari di 28 querce della Virginia, che intrecciano le loro fronde a creare una lunga volta, sembra immettersi in un regno incantato.

Al termine della passerella ombreggiata, si apre la vista sulla splendida mansione in stile neogreco, con pianta quadrata, rifinita in tutti i lati da 28 colonne doriche, corrispondenti alle 28 querce.

Viale di fronte alla Oak Alley Plantation tour delle piantagioni in Louisiana - visitato insieme alla Evergreen Plantation
Viale di fronte alla Oak Alley Plantation – Louisiana

La costruzione iniziata nel 1836, fu interamente realizzata da schiavi, ad uno dei quali deve la sua nomina a National Historical Landmark.

Proprio qui infatti, uno schiavo nero, Antoine, sperimentò una nuova tecnica di innesto degli alberi di noce pecan, creandone una varietà sgusciabile a mani nude.

Con il tour guidato degli interni si possono ammirare gli eleganti e lussuosi dettagli dell’arredo di ogni stanza in cui viveva la famiglia di proprietari.

Dalla parte opposta del viale invece, il “quartiere” degli schiavi, sconvolge l’armonia di quel luogo idilliaco.

Tante piccole baracche in legno, un’unica stanza, letti a castello o materassi adagiati in terra, riportano alla realtà, mostrando l’altra faccia di quella società.

E poi c’è anche un vecchio garage per le auto, una bottega e il cimitero di famiglia.

Piccola curiosità: Oak Alley e il cinema

Se vi sembra un luogo familiare, potreste aver già visto Oak Alley Plantation, nel cult del 1994, Intervista col vampiro. Il film è stato tratto dall’omonimo romanzo di Anne Rice, che conosceva molto bene le zone, essendo nata a New Orleans.

Info utili per la visita della Oak Alley Plantation

Indirizzo: 3645 Highway 18 (Great River Road) Vacherie, Louisiana

Orari: La piantagione è aperta tutti i giorni (tranne che 1 gennaio, Mardi Gras, Thanksgiving e Natale) dalle 9 am alle 5 pm.
I tour partono ogni 15 minuti e durano circa un’ora, ma il tempo consigliato per la visita di tutte le aree è di almeno 2 ore.
Costo: 25 $ + tasse dai 19 anni in su – 10 $ + tasse ( 13 – 18 anni) – 7 $ + tasse ( 6 – 12 anni) gratuito al di sotto dei 5 anni.

Oak Alley Plantation oggi è anche un elegante bed and breakfast, dotato di un ristorante che serve piatti tipici della cucina cajun e creola e di un cocktail bar dove sorseggiare un ottimo mint julep (cocktail a base di menta e bourbon).

Per qualsiasi altra informazione vi invito a consultare il sito ufficiale di Oak Alley Plantation.

Evergreen Plantation

Evergreen Plantation -tour piantagioni in Louisiana . - Scalinata principale apparsa anche nel film Django - Visitata insieme alla Oak Alley Plantation
Evergreen Plantation – Scalinata apparsa anche nel film Django – Louisiana

Ammetto di aver scelto questa piantagione, perché vista poco tempo prima nel film Django Unchained di Tarantino. Le due scalinate sinuose che conducono al secondo piano sono inconfondibili nella loro eleganza. Sono però tra gli ultimi elementi aggiunti alla residenza, durante il restauro del 1944.

Evergreen Plantation è una piantagione di canna da zucchero di proprietà privata e ancora oggi molte persone abitano e lavorano lì.

E’ comunque possibile visitarla con tour guidati che permettono di meravigliarsi di fronte a quegli spazi infiniti e di scoprirne tutta la storia.

Ben 37 edifici della Evergreen Plantation sono inclusi nel National Register of Historic Places.

Oltre alla “Big House” (costruita nel 1790 e drasticamente rinnovata nel 1832 in stile neoclassico), sono visibili 22 sono cabine degli schiavi sistemate in doppia fila, all’ombra di un centinaio di querce che vegliano su di loro da oltre due secoli.

Interessanti anche le due “garçonniere” (una su ogni lato della casa) che accoglievano i maschi delle famiglie proprietarie, perché solo le ragazze dormivano nella casa con i genitori.

Altri due edifici ai lati, dalla forma quadrata e a due piani, fungevano invece da “pigeonnier”. Venivano utilizzati per ospitare i piccioni, un simbolo di ricchezza della Francia del XVIII secolo, utili per cibo e fertilizzante.

E poi ancora, il tour permette di visitare la cucina, la casa degli schiavi domestici, le stalle, la latrina.

Questa splendida piantagione si trova al 4677 LA-18 Edgard, LA.

Per tutte le info riguardanti la visita vi rimando al sito ufficiale della Evergreen Plantation.

Prosegue il tour delle piantagioni lungo il Mississippi in Louisiana

Destrehan Plantation

13034 River Rd, Destrehan, LA

La più antica della zona, risalente al 1787 ed anche la più vicina a New Orleans da cui dista circa 30 km.

Costruita nello stile coloniale francese è stata successivamente arricchita con dettagli del Greek Revival ed è molto più sobria esternamente rispetto alle due che ho visitato. La sua importanza però le precede in quanto è stata la principale produttrice di indaco e zucchero di canna del 1800.

Anche qui è stato girato Intervista col Vampiro e 12 anni schiavo.

Per info su tour, costi e orari vi lascio il link del sito ufficiale.

San Francisco Plantation

2646 LA-44, Garyville

La più particolare, colorata e architettonicamente appariscente delle piantagioni del Sud, in uno stile definito Steamboat Gothic.

Dimenticate il bianco o l’ocra delle altre e immaginate l’azzurro che domina in tutta la facciata con dettagli in giallo e la porta principale rosso acceso.

Anche il suo nome è particolare. San Francisco, non si riferisce alla città o al Santo, ma deriva da una storpiatura di sans fruscins che significa senza un centesimo in tasca, situazione in cui si era ritrovato il figlio dopo la morte del padre Edmond, proprietario della piantagione.

Nel sito San Francisco Plantation tutte le informazioni per la visita.

Whitney Plantation

La Whitney Plantation, è l’unico museo in Louisiana interamente dedicato alla schiavitù nelle piantagioni da zucchero. Con i suoi memoriali, le capanne originali, la “chiesetta dei liberi” e la cucina separata, è il luogo ideale per chi vuole approfondire tutta la storia dello schiavismo.

Si trova al 5099 Highway 18 a Wallace, Louisiana, sulla sponda occidentale del fiume Mississippi, ad un’ora di distanza sia da New Orleans che da Baton Rouge.

Laura Plantation

2247 Highway 18, Vacherie
(tra la Evergreen e Oak Alley Plantation) – 5o km da New Orleans

Una piantagione dei primi anni del 1800, che conserva ancora le caratteristiche architettoniche creole e i colori appariscenti del giallo e azzurro. E’ piuttosto diversa dalle tenute bianche ed eleganti, che iniziarono a costruire i francesi dopo aver acquistato la Louisiana nel 1803.

Anche qui è possibile partecipare tour guidati, ogni 40 minuti circa, della Big House e delle capanne originali degli schiavi e rivivere la storia di 4 generazioni di donne creole.

Trovate qui tutte le info sulla visita.

Nottoway Plantation

31025 LA-1, White Castle, LA
La più distante da New Orleans (78 miglia a Nord Ovest), ma più vicina alla capitale Baton Rouge ( 23 miglia a sud).

Sul sito ufficiale viene presentata come “Home of the South’s Largest Antebellum Mansion” ed in effetti le sue dimensioni notevoli saltano subito all’occhio, così come la sua struttura che ricorda un imponente castello bianco.

Si sviluppa in 3 livelli, in cui si intrecciano colonne, scalinate e varie geometrie. 500 mq e 64 stanze tra cui una white ballroom, la sala da ballo in cui si sono sposate tutte le donne della famiglia proprietaria.

La famiglia Randolph era composta da John ed Emily e dai loro 11 figli e tutti loro, riposano nel piccolo cimitero in giardino. E poi c’erano centinaia di schiavi.

Oggi è diventato un lussuoso bed and breakfast, in cui poter provare l’emozione di dormire nelle camere padronali, partecipare ad eventi di gala o organizzare matrimoni nell’incantevole e fuori dal tempo, salone bianco.

Per maggiori info su tour, costi e servizi vi rimando al sito del Nottoway Resort.

Avete deciso su quali di queste piantagioni in Louisiana si focalizzerà la vostra visita? Per darvi un ulteriore aiuto nella scelta vi lascio anche la mappa con le distanze di tutte quelle appena citate.

Di Simona

Simona, classe '87 e ancora sto cercando il mio posto nel mondo.
Ho lasciato un pezzettino di cuore negli Stati Uniti ma adoro viaggiare e meravigliarmi del mondo.
Viaggio low cost e sono sempre alla ricerca di luoghi curiosi e meno conosciuti.
Prima di partire programmo itinerari dettagliati, creo guide personalizzate e prendo appunti nei miei diari cartacei... E poi trasferisco tutto su questo blog: consigli ed emozioni per portarvi sempre in viaggio con me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.