Categorie
Austria Europa Vienna

13 chiese di Vienna originali e poco conosciute

Ci sono così tante chiese a Vienna che spesso quelle più famose e centrali ne oscurano molte altre che nascondono storie importanti e architetture incredibili.

Basta uscire leggermente dai classici itinerari turistici, perdersi tra i vicoli o decidere di fare qualche fermata in più con i mezzi pubblici per farsi sorprendere da facciate insolite, ricche di dettagli che hanno fatto da testimoni ad importanti eventi del passato.

Le 13 chiese di Vienna che forse non conoscete e che vi lasceranno a bocca aperta

1. Ruprechtskirche
2. Minoritenkirche
3 . Wotrubakirche
4. Votivkirche
5. Chiesa di San Leopoldo
6. Chiesa di San Francesco d’Assisi
7. Breitenfelder Pfarrkirche
8. Alserkirche
9. Donaufelder Pfarrkirche
10. Katholische Kirche Zur Unbefleckten Empfängnis
11. Kirche am Hof
12. Kirche Maria vom Siege
13. Chiesa russa ortodossa

1. Ruprechtskirche – Chiesa di San Ruperto

Chiesa di San Ruperto - Vienna
Chiesa di San Ruperto – Vienna

La Chiesa di San Ruperto è la più antica chiesa della città. Secondo la leggenda venne fondata nel 740 sopra l’antico insediamento romano di Vindobona, proprio nel cuore del centro storico di Vienna, a pochi passi da Schwedenplatz.

Durante il Medioevo fu sede del Salzamt (Ufficio del sale) che si occupava della distribuzione del sale introdotto in città dai mercanti che commerciavano sfruttando il vicino Danubio. E’ per questo che fu consacrata a San Ruperto, che nell’iconografia cristiana viene rappresentato con una saliera o un barile carico di sale.

La chiesa ha subito vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli ma conserva ancora oggi quello stile e quel fascino misterioso che non ci si aspettera di trovare tra i palazzi più moderni di Vienna.

Nella splendida cornice della Ruprechtskirche si svolgono ancora funzioni religiose e concerti.

Indirizzo: Ruprechtsplatz

Per raggiungerla: metro U1 fermata a Schwedenplatz + 300 metri a piedi.

2. Minoritenkirche

Un’altra chiesa nascosta nel cuore di Vienna, la Minoritenkirche domina l’intera piazza in cui è racchiusa tra eleganti palazzi con il suo inconfondibile stile gotico francese.

E’ una delle chiese più antiche e più importanti di Vienna: la prima pietra fu posta nel 1276 dal re Ottocaro.

Nel 1786 è entrata a far parte delle proprietà della Congregazione italiana ed è diventata un grande punto di riferimento per la comunità di fedeli italiani a Vienna. Qui potrete assistere alla messa in italiano e ad emozionanti concerti.

Per raggiungerla: metro U3 fermata Herrengasse uscita Minoritenplatz

Per saperne di più > Minoritenkirche: messa in italiano a Vienna.

3 . Wotrubakirche o Chiesa della Santissima Trinità

Wotrubakirche Vienna
Wotrubakirche Vienna

Una chiesa dall’aspetto unico veglia sull’intera città di Vienna dall’alto del monte di San Giorgio, ai margini della Selva Viennese. La Wotrubakirche prende il nome dallo scultore Fritz Wotruba che la realizzò tra il 1974 e il 1976 utilizzando ben 152 blocchi di cemento di varie dimensioni.

Una struttura insolita e apparentemente fuori luogo per una chiesa, ma la bravura dell’artista è stata proprio quella di riuscire a fondere armoniosamente la sua creazione con il paesaggio circostante.

La sua posizione la rende piuttosto isolata dal resto delle attrazioni viennesi e poco servita dai mezzi pubblici, ma il tempo impiegato per raggiungerla sarà ripagato dalla sua bellezza.

E’ aperta solo il sabato e la domenica.

Indirizzo: Ottillingerpl. 1

Per raggiungerla:

  • metro U4 fino a Hietzing + Straßenbahn 60 fino a Maurer Hauptplatz + bus 60A fino a Kaserngasse,
  • U3 – U4 fino a Wien Mitte + treno S9 fino a Liesing + bus 60A fino a Lindauergasse.

Per saperne di più > Wotrubakirche

4. Votivkirche

Votivkirche by night - Chiese di Vienna
Votivkirche by night – Vienna

La Votivkirche si distingue per l’architettura in stile neogotico che nulla ha da invidiare al più famoso Stephansdom. E’ chiamata anche “Duomo della Ringstrasse” ed è uno degli edifici più significativi dello storicismo europeo.

Clicca qui > Per saperne di più sulla Ringastrasse

Fu fatta costruire dall’arciduca Ferdinando Massimiliano come voto per uno sventato attentato al fratello imperatore e fu consacrata nel 1879 proprio nel giorno delle nozze d’argento di Francesco Giuseppe ed Elisabetta.

Le due torri gemelle di 99 metri, la rendono la seconda chiesa più alta di Vienna dopo il Duomo di Santo Stefano e la sua sagoma che si staglia verso il cielo affascina in ogni momento della giornata. Anche di notte quando sembra avvolta da un alone di mistero.

All’interno merita una visita per le 78 finestre a mosaico di vetro restaurate negli anni ’70 aggiungendo anche dettagli moderni. Particolarmente prezioso è il museo di oggetti liturgici e religiosi allestito in una zona che una volta era accessibile soltanto alla famiglia imperiale. Il pezzo più importante e antico dell’esposizione è l’Altare di Anversa, risalente al XV secolo.

La Votivkirche ospita anche il sarcofago rinascimentale di Nikla Salm, il comandante delle truppe austriache durante l’assedio del 1529.

Bellissimi sono i parchi che la circondano, progettati negli anni ’70 dell’Ottocento. Nella parte posteriore si trova il Votiv Park mentre l’immensa area verde di fronte è intitolata al professor Sigmund Freud che visse e stabilì il suo studio proprio lì vicino.

Clicca qui per saperne di più su > La casa museo di Sigmund Freud

La Votivkirche è particolarmente interessante per i turisti in visita a Vienna in quanto alla domenica la messa viene celebrata in varie lingue.

Indirizzo: Rooseveltplatz 8.

Per raggiungerla:

  • Metro U2 fermata Schottentor.
  • Tram fermate Schwarzspanierstraße e Schottentor: linee 37, 38, 40, 41 e 42; 
  • Tram fermata Landesgerichtsstraße: linee 43 e 44.

5. Chiesa di San Leopoldo

La chiesa di San Leopoldo, nota anche come Chiesa am Steinhof o Chiesa di Otto Wagner è un capolavoro architettonico realizzato da Otto Wagner ed è la prima chiesa del Modernismo in Europa.

Un’esplosione di dettagli dello stile liberty in cui l’architetto ha voluto fondere la bellezza con le funzionalità per i visitatori e per i manutentori.

E’ stata costruita dal 1904 al 1907 per volere dell’imperatore Francesco Giuseppe come chiesa per i pazienti dell’ospedale psichiatrico di Steinhof. .

Wagner progettò anche gran parte degli arredi interni tra cui i lampadari, le panche e gli altari. Altri colleghi intervennero per preziosi dettagli. Kolo Moser realizzò i mosaici delle vetrate e Othmar Schimkowitz gli angeli sulle colonne del portale principale e dell’altare maggiore.

Indirizzo: Baumgartner Höhe 1

Per raggiungerla: U3 fino ad Ottakring + autobus 48 A fino a Klinik Penzing + 500 m a piedi

6. Chiesa parrocchiale dedicata a San Francesco d’Assisi

Chiesa di San Francesco d'Assisi in Mexikoplatz - Vienna
Chiesa di San Francesco d’Assisi in Mexikoplatz – Vienna

La Chiesa parrocchiale dedicata a San Francesco d’Assisi è uno degli edifici più importanti di Vienna sia dal punto di vista architettonico che storico.

Nota anche come Chiesa del Giubileo imperiale (Kaiserjubiläumskirche) o Chiesa del Messico (Mexikokirche) fu costruita tra il 1898 e il 1910 per celebrare il 50° anniversario del regno dell’imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria. E sorge su Mexikoplatz, la piazza così nominata in ricordo del legame con il Messico che fu l’unico paese a protestare per l’annessione dell’Austria al Terzo Reich nel 1938.

Per raggiungerla: Metro U1 fermata Vorgartenstraße oppure Donauinsel se volete attraversare a piedi la passerella sul Danubio e ammirare il magnifico scorcio che da lontano evidenzia la sua architettura simile ad un castello delle fiabe.

Per saperne di più clicca qui > La chiesa che sembra un castello delle fiabe a Vienna

7. Breitenfelder Pfarrkirche

La chiesa parrocchiale di Breitenfeld ha una bellissima architettura in mattoni nello stile del primo rinascimento lombardo. Sia la facciata ricca di dettagli, che la parte posteriore regalano degli splendidi scorci da ammirare e fotografare.

L’ho scoperta per caso passeggiando senza meta nel distretto di Josefstadt, che raramente viene incluso in un itinerario turistico. Approfittatene di una visita a questa splendida chiesa per poi esplorare meglio il quartiere ricco di sorprese.

Indirizzo: Bennogasse 21

Per raggiungerla: metro U6 fermata Josefstädter Straße.

8. Alserkirche

Alserkirche by night - chiesa comunità italiana Vienna
Alserkirche by night – Chiese meno conosciute di Vienna

Anche la Alserkirche si trova nell’8 distretto di Vienna. Si distingue per la facciata con due torri e alti tetti a cupola in stile primo barocco.

Chiamata anche Dreifaltigkeitskirche der Minoriten, dal febbraio 2019 è diventata sede della neonata Missione Cattolica Italiana (MCI) e anch’essa, come la Minoritenkirche, è un importante punto di riferimento per i fedeli italiani. 

L’Alserkirche ha avuto un legame particolare con due compositori che hanno scritto la loro storia a Vienna:

  • Il 29 marzo 1827 al suo interno fu consacrato il corpo di Ludwig van Beethoven. La sua morte fu annotata nel registro locale dei decessi il 26 marzo 1827 con le seguenti parole: “Ludwig van Beethoven, compositore celibe, nato a Bonn nel Reich, 57 anni, morto di idropisia, sepolto il 29 marzo sul Gottesacker di il villaggio di Währing”.
  • Il 4 ottobre 1829 vi si svolse invece la prima esecuzione della Messa in mi bemolle maggiore D 950 di Schubert, invitato dall’amico Michael Leitermayer, direttore musicale della chiesa.

Indirizzo: Alser Str. 17

Per raggiungerla: Metro più vicine U6 fermata Alser Straße – U2 Schottentor / tram 5 – 33 -43 -44 fermata Lange Gasse.

9. Donaufelder Pfarrkirche

La guglia della Donaufelder Pfarrkirche mi ha catturata da lontano e più precisamente dalla fermata della U1 Alte Donau, da cui si vede così immensa in lontananza.

Le sue dimensioni sono infatti così mastodontiche perché in origine era stata progettata come chiesa episcopale di una nuova diocesi della Bassa Austria che oggi accoglie circa 7000 cattolici.

Fu fatta costruire secondo i piani dell’ufficiale edile Franz Ritter von Neumann, in stile neogotico in mattoni con interni in stile liberty.

Il 6 giugno 1905, alla posa della prima pietra partecipò anche l’imperatore Francesco I, con il sindaco di Vienna Karl Lueger, gli arciduchi Friederich e Leopold Salvator e il prevosto dell’abbazia di Klosterneuburg, Bernhard Johannes Peitl.

Ancora oggi la parrocchia è curata dal Monastero Agostiniano di Klosterneuburg.

La consacrazione della chiesa intitolata a San Leopoldo avvenne l’8 giugno 1914.

Indirizzo: Kinzerpl. 19.

Per raggiungerla: tram 25 fermata Hoßplatz.

10. Katholische Kirche Zur Unbefleckten Empfängnis

Un’altra tra le chiese più affascinanti di Vienna, ma poco conosciuta, si trova nel quartiere di Simmering.

La Katholische Kirche Zur Unbefleckten Empfängnis o Pfarrkirche Neusimmering fu progettata da Hans Schneider e costruita in stile neoromanico tra il 1907 e il 1910 in occasione del 60° anniversario del regno di Francesco Giuseppe I.

La facciata di distingue da lontano per due torri con guglie alte circa 56 metri, mentre negli interni risalta l’azzurro dell’abside e del soffitto. Nell’altare maggiore si può ammirare un grande dipinto Biedermeier del pittore Leopold Kupelwieser.

Di notevole importanza anche: l’organo realizzato nel 1964 da Johann Kaufmann che è uno dei più grandi di Vienna, i rilievi bronzei della Via Crucis e il gruppo bronzeo del fonte battesimale.

Indirizzo: Enkplatz

Per raggiungerla: U3 fermata Enkplatz

11. Kirche am Hof

Kirche am Hof - Chiese meno conosciute di Vienna
Kirche am Hof – Vienna

La Kirche am Hof o chiesa dei Nove Cori Angelici si trova proprio nel cuore di Vienna, ma potrebbe non esser così scontato imbattercisi durante una visita di Vienna.

L’edificio in stile gotico si affaccia sull’elegante piazza Am Hof e fu costruito tra il 1386 ed il 1403 ma dopo il grave incendio del 1607 fu restaurato e rinnovato in stile barocco.

La facciata del 1662 fu disegnata da Carlo Antonio Carlone e rappresenta la prima opera di rilievo del barocco austriaco. E’ particolarmente affascinante perché le due ali laterali si fondono con gli edifici circostanti rendendo quasi impercettibile il fatto che sia una chiesa.

L’interno è di impianto gotico con dettagli barocchi e neoclassici e conserva sull’altare maggiore la grande pala di G.J. Däringer raffigurante Maria e i Nove Cori Angelici, da cui prende il nome.

Indirizzo: Schulhof 1

Per raggiungerla: U1 fino a Stephansplatz + 500 metri a piedi

12. Kirche Maria vom Siege

Kirche Maria vom Siege - Vienna
Chiesa dedicata a Maria vom Siege – Vienna

Kirche Maria vom Siege è uno dei luoghi di culto più famosi di Vienna ma la sua posizione decentrata non la rende una delle chiese più conosciute dai turisti.

Imponente e suggestiva sia all’esterno che all’interno fonde lo stilo neogotico della cupola ottagonale a 16 spigoli con le forme degli edifici centrali medievali e con il barocco delle torri.

All’interno è un tripudio di colori e di dettagli illuminati dalle numerose finestre. Conserva una copia dell’immagine di Maria von Siege, da cui prende il nome, che secondo la leggenda fece vincere la Lega Cattolica nella battaglia del Monte Bianco dell’8 novembre 1620.

La chiesa era in origine cattolica romana, ma nel 2015 è stata donata alla chiesa copta-ortodossa.

Indirizzo: Maria vom Siege 3

Per raggiungerla: metro U6 fino alla fermata Gumpendorfer Straße.

Consiglio: dalla terrazza panoramica dell’ Ikea di Westbahnhof si può ammirare dall’alto insieme allo skyline di Vienna. Una vista molto suggestiva!

13. Chiesa russa ortodossa

Chiesa russa ortodossa Vienna
Chiesa russa ortodossa di San Nicola – Vienna

La Chiesa russa ortodossa di San Nicola è particolarmente affascinante per le sue 5 cupole in oro che brillano al sole ed impreziosiscono la già elegante struttura. Veglia sui palazzi della zona di Rennweg, tra lo Stadtpark e Schloss Belvedere.

Fu progettata tra il 1893 e il 1899 da Grigori Ivanovich Kotov e dall’architetto italiano Luigi Giacomelli e finanziata per la maggior parte (400.000 rubli) dallo Zar Alessandro III. La consacrazione avvenne il 4 aprile 1899. Tra il 2003 e il 2008 ha subito un profondo restauro.

Grazie alla vicina passerella rialzata che attraversa la ferrovia si può ammirare in tutta la sua bellezza. Ma non dimenticate di visitarla anche all’interno: ci sono così tanti dettagli negli affreschi in stile bizantino e innumerevoli oggetti sacri da far girare la testa.

Indirizzo: Jaurèsgasse 2

Per raggiungerla: metro U4 fino a Stadtpark + 1 km a piedi / Metro u3 fino a Rochusgasse + 750 metri a piedi

Conoscevate tutte queste chiese di Vienna? Quale vi piacerebbe visitare?

Se avete apprezzato questi angoli meno turistici di Vienna potrebbe interessarvi anche > 23 cose insolite da vedere a Vienna

Consiglio Bonus: Antonskirche

Antonskirche - Vienna
Antonskirche – Vienna

C’è un’altra chiesa che esternamente è un vero e proprio capolavoro architettonico. Si tratta della Antonskirche, molto simile alla Basilica di Sant’Antonio a Padova con la quale ha anche in comune il Santo Protettore.

Fu costruita in uno stile storicizzante romanico-bizantino agli inizi del 1900 ma nel 1944 fu gravemente colpita dalle bombe. La ricostruzione iniziò immediatamente ma per mancanza di soldi, gli interni che avevano perso tutte le pitture murali, furono lasciati bianchi. Un vero peccato: dopo un primo sguardo di meraviglia non ci si aspetta di trovarla completamente spoglia.

Per di più c’è un altro motivo per cui la chiesa non è da considerarsi un must da visitare a Vienna. Si trova in un quartiere frequentato da persone molto poco raccomandabili: il degrado nelle immediate vicinanze è evidente e non rende piacevole la visita.

Indirizzo: Antonsplatz 1

Come raggiungerla: metro U1 fino a Reumanplatz + 500 metri a piedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.