Spesso associamo Halloween agli Stati Uniti e ai loro scenici festeggiamenti, ma forse non tutti sanno che ha origini celtiche, in Irlanda. Indica infatti il loro capodanno, chiamato anche Samhain.

 La parola Halloween, deriva dalla forma contratta di All Hallows’ Eve, in cui Hallow significa Santo: la vigilia di tutti i Santi.

Rappresenta una delle tante festività per celebrare la fine dei vari cicli con cui i Celti scandivano il tempo.  

Le festività celtiche

Samhain (pronunciato sow-in) deriva dal gaelico samhuinn e significa “summer’s end”, fine dell’estate e si festeggiava il 31 ottobre.

Le altre giornate particolarmente ricche di magia erano:

Lughnasadh (1 agosto, segnava il momento di riunione delle tribù o clan),

Beltane (30 aprile o 1 maggio, inizio della primavera estate, risveglio della natura),

Oimelc o Imbolc (1-2 febbraio: il tempo dell’allontanamento dall’inverno, senza feste, ad eccezione di quelle femminili legate alla fertilità),

Yule (21 dicembre, solstizio d’inverno),

Ostara o Alban Eiler (21 marzo, equinozio di primavera),

Alban Hefin (21 giugno, solstizio d’estate)

Mabon o Alban Elfed (21 settembre, equinozio d’autunno, in preparazione del Samhain. Mabon era la divinità celtica con cesta e cornucopia che indicava la raccolta delle sementi dei frutti autunnali, per farne scorta per il risveglio dall’inverno).

Samhain e il suo significato

I Celti erano prevalentemente un popolo di pastori che scandiva la propria vita in funzione dei tempi richiesti dall’allevamento del bestiame, ben diversi da quelli dei campi.

Appena finita la stagione estiva, i pastori riportavano a valle i loro animali, per prepararsi all’arrivo dell’inverno e all’inizio del nuovo anno. Per loro infatti l’anno nuovo cominciava proprio il 1° novembre, giorno in cui ufficialmente terminava la stagione calda per lasciar spazio a quella delle tenebre e del freddo.

Così come i loro animali, anche i Celti si rinchiudevano nelle proprie abitazioni, per dedicarsi alla costruzione di utensili attorno al fuoco accompagnati da storie e leggende.

Il bestiame aveva fatto scorta di aria fresca e erba dei campi, le scorte di cibo erano state preparate, quindi non gli rimaneva altro che riposarsi e ringraziare gli Dei. Questo momento di cambiamento veniva celebrato quindi con lunghi festeggiamenti, che servivano anche ad esorcizzare la paura dell’inverno, invocando la benevolenza degli Dei.

I tradizionali festeggiamenti di Halloween dei Celti

Festeggiavano soprattutto la morte, che rispecchiava ciò che stava accadendo alla natura: la vita sembrava cessare mentre in realtà stava solo riposando, sotto terra, luogo che accoglieva anche i loro defunti.

origini di Halloween e festeggiamenti negli Stati Uniti - New Orleans
Origini di Halloween e festeggiamenti negli Stati Uniti – New Orleans

Ed è proprio il 31 ottobre, che secondo la tradizione celtica,  Samhain riuniva tutti gli spiriti, annullando qualunque legge temporale e spaziale permettendo a  vivi e morti di incontrarsi di nuovo. Durante questa notte convivevano la paura della morte con l’allegria dei festeggiamenti per la fine del nuovo anno.

I Celti si radunavano così nei boschi per l’accensione del Fuoco Sacro e per sacrificare animali, per poi vestirsi delle loro pelli una volta tornati al villaggio. In questo modo indossando anche maschere grottesche ed esponendo torce accese e cibo fuori dalla porta di casa, speravano di spaventare e rendere docili gli spiriti affinché non facessero scherzi .

L’arrivo del Cristianesimo

Con le conquiste romane i Cristiani tentarono di sradicare i culti pagani. Non ci riuscirono totalmente, ma Halloween fu in qualche modo cristianizzata, con l’istituzione del giorno di Ognissanti il 1 Novembre e quello dedicato ai morti il 2 Novembre.

Nel 998 d.C.,Odilone di Cluny, iniziò la tradizione di celebrare il rito dei morti a partire dal vespro del 1 Novembre e successivamente Papa Gregorio III spostò la festa di Ognissanti dal 13 Maggio al 1 Novembre, finché non venne ufficializzata nel IX secolo d.C. da Papa Gregorio IV.

 L’influenza del culto celtico continuò però a farsi sentire e per questo, nel X secolo la Chiesa aggiunse la nuova festa del 2 Novembre, in memoria delle anime scomparse.

Halloween arriva negli Stati Uniti

 Quando a metà del XIX secolo, l’Irlanda fu colpita da una tremenda carestia, molti irlandesi decisero di tentare la fortuna negli Stati Uniti. Vi si trasferirono in massa e crearono una forte comunità in cui portare avanti le loro origini e tradizioni.

 Fu così che ben presto Halloween si diffuse in tutto il territorio statunitense diventando una delle feste più diffuse e celebrate.

Halloween negli Stati Uniti oggi

Halloween negli Stati Uniti è proprio quello che ci è stato fatto conoscere in tv, dai molti film e telefilm che ormai stanno contagiando anche noi Europei.

origini di Halloween e festeggiamenti negli Stati Uniti - New Orleans
Origini di Halloween e festeggiamenti negli Stati Uniti – New Orleans

Dai piccoli paesini alle grandi città, già alcune settimane prima, gli addobbi iniziano ad apparire, nei negozi, nei cortili, nei giardini, nelle verande e a porte e finestre. Zucche intagliate con gli sguardi terrificanti, fantasmi gonfiabili, ragnatele enormi che ricoprono a volte tutta la casa, lapidi piantate nei giardini, scheletri spaventosi che fanno capolino dalle ringhiere o alle finestre.

Tutti partecipano a questa festa con i più impensabili decori, quasi fosse una sfida alla casa più bella.

Viaggiare negli Stati Uniti in questo periodo è davvero piacevole ,in ogni angolo c’è un’opera d’arte da ammirare ed un’atmosfera coinvolgente .

Come e dove festeggiare Halloween
Parata al Village di Manhattan

Uno degli eventi più famosi di Halloween è sicuramente la grande parata che parte dal Greenwich Village di Manhattan. Il traffico si ferma per lasciare spazio a carri maestosi, colorati, terrificanti. Ognuno ha il suo tema, la propria musica e coreografia. Ma ci sono anche le maschere che sfilano a piedi, un continuo di stravaganza e allegria.

Purtroppo però come tutte le manifestazioni, per quanto sia rigidamente controllata in ogni angolo, l’afflusso di partecipanti è enorme e la calca si forma inesorabilmente. Anche in prima fila, di fronte alle ringhiere in ferro per la sicurezza, mi sono ritrovata spinta a destra e manca con i piedi sollevati da terra, senza potermi muovere. Così in modo molto veloce è finita la mia esperienza della parata di Halloween a Manhattan.

Questo non significa che la festa non è potuta proseguire. In giro per la città si vedono ovunque persone mascherate, ed è divertente anche solo guardarsi intorno tra le mille stravaganze.

Ho notato comunque anche che è piuttosto difficile trovare locali dove festeggiare in grande stile. Spesso i ragazzi si ritrovano in locali o abitazioni dove si svolgono feste private quindi non è semplice imbucarsi o trovare il party giusto se siamo in veste di semplici turisti , senza conoscenze.

Halloween nella Downtown dei paesi più piccoli

Nelle cittadine più piccole invece ho notato che le feste si concentrano soprattutto nella downtown. Un anno ad Amarillo e l’altro a Fort Myers, lungo la Main Street, persone di tutte le età, addobbate nei modi più stravaganti, festeggiando da un locale all’altro. Musica dal vivo o dj set, luci psichedeliche in stanze anonime trasformate appositamente in sale da ballo con una musica piuttosto discutibile, ma comunque coinvolgente.

E state attenti perché ci sarà sempre il più pazzo di turno che vi seguirà con una maschera terrificante, cercando di spaventarvi. Ad Amarillo (Texas), un mostro gobbo e scuro ci è addirittura entrato in auto mentre cercavamo di scappare. Ma faceva tutto parte dello scherzo.

Le feste per i bambini

Per i bambini la festa è sicuramente ancora più entusiasmante. Loro si muovono già dal pomeriggio, accompagnati dai genitori in aree appositamente designate, chiuse al traffico, in cui possono giocare insieme e fare dolcetto scherzetto alle porte del vicinato.

Dove trovare abiti e accessori

Siete partiti senza il vestito adatto per celebrare Halloween? Niente paura. A partire dai semplici Walmart o Target agli enormi Halloween Superstore, troverete tutto quello che fa per voi e forse anche di più.

Dalle semplici maschere agli abiti più elaborati e fantasiosi a prezzi contenuti fino ad arrivare a svariate decine di dollari, troverete una vasta scelta di stramberie che sicuramente vi accontenteranno.

Se avete la fortuna di trovare lungo il vostro tragitto gli Halloween Superstore consiglio di darci un’occhiata. Sono degli enormi magazzini che cambiano destinazione d’uso a seconda della ricorrenza, stracolmi di abiti che nemmeno immaginate. Volete mascherarvi dalla vostra eroina Daenerys Targaryen? O da qualunque vostro mito dei film e telefilm? Eccovi accontentati. Volete spendere pochissimo? Ecco un abito da carcerato oppure da fetta di bacon o hot dog. Il risultato è assicurato.

Se dovete organizzare un viaggio in questo periodo negli Stati Uniti, cercate quindi di includere anche la festa di Halloween. Vi ritroverete in un mondo stravagante e fuori dagli schemi.

Happy Halloween!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *