Categorie
New York Stati Uniti

Cattedrale Saint John the Divine: tra simbolismo e stupore a New York

A pochi passi dalla Columbia University, nel quartiere di Morningside Heights, la Cattedrale Saint John the Divine, si staglia austera contro il cielo e colpisce per la sua struttura eclettica e il simbolismo evidente ovunque.

E’ la cattedrale protestante più grande degli Stati Uniti e la quarta più grande al mondo, per le sue maestose dimensioni di 180 m in lunghezza e 70m in altezza.

Storia e stili architettonici della cattedrale
Il simbolismo di Saint John the Divine
Peace of Fountain di Greg Wyatt, nel giardino esterno di Saint John the Divine
Eventi particolari alla Cattedrale Saint John the Divine
Info utili per la visita alla cattedrale

Storia e stili architettonici della cattedrale

Nel 1887 il vescovo di New York acquistò il terreno di 13 acri su cui progettava di costruire una imponente cattedrale che rappresentasse la popolazione di New York, formata da immigrati provenienti da ogni parte del mondo.

Nel 1891, in seguito ad una lunga e attenta selezione, la scelta ricadde sull’eclettico progetto di George Heins e Christopher Grant LaFarge: la chiesa avrebbe unito lo stile romanico, bizantino e gotico.

Il 27 dicembre del 1892, nel giorno di San Giovanni, venne posizionata la prima pietra, dal Reverendo Potter.

Nei primi decenni del Novecento vennero consacrate le 7 cappelle e dal Maine arrivarono otto maestose colonne di granito per sorreggere l’area est della chiesa. Fu installato anche il rosone, che ad oggi è il terzo rosone più grande al mondo e nel 1939 venne celebrata la prima messa.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la cattedrale era già un punto di riferimento per molti fedeli.

Qualche data importante

Durante la messa del Giorno del Ringraziamento 1945, il numero di partecipanti accorsi per ringraziare Dio per la fine della guerra fu impressionante.

Nel 1956 il Reverendo Martin Luther King Jr. tenne qui un importante sermone.

Nel 1964 con una solenne litania vennero elencati i nomi dei soldati americani morti sul campo, durante una protesta contro la guerra in Vietnam.

Simbolismo nella Cattedrale Saint John the Divine vista laterale con gli alberi secchi in inverno che rendono tutto più austero
Cattedrale Saint John the Divine – New York

Nel 1979 ripartirono i lavori interrotti nel 1941 ed il Dalai Lama fece la prima di una lunga serie di visite ufficiali.

Nel 1985 venne organizzata la prima Feast of St. Francis, che si ripete ogni anno con una processione e con la benedizione degli animali.

Nel 1997 il Presidente Nelson Mandela vi partecipò al funerale dell’attivista anti-apartheid, l’Arcivescovo Trevor Huddleston.

L’11 settembre del 2001 centinaia di persone si riunirono spontaneamente nella cattedrale per pregare subito dopo gli attentati terroristici delle Torri Gemelle.

Nel dicembre dello stesso anno un incendio distrusse la parte nord della chiesa.

Pochi mesi dopo iniziarono i lavori di restauro, ricostruzione e completamento di alcune aree, ma ancora oggi è rimasta incompleta e forse resterà così per sempre.

Certo è che la sua bellezza non rimane indifferente e forse è proprio questo suo essere straordinaria e unica che la rende così affascinante.

Gli stili della cattedrale

Come premesso, la chiesa si sviluppa in tre stili architettonici. E’ stata costruita secondo la tradizione medievale a forma di croce romana, ispirandosi all’architettura romanica e bizantina, per poi proseguire con molti dettagli in stile neogotico su modello delle cattedrali francesi del XIII secolo.

E questo mix gioca un ruolo fondamentale nel senso di stupore e meraviglia che si prova al suo cospetto.

Il simbolismo nella Cattedrale di Saint John the Divine

Cattedrale Saint John the Divine simbolismo a New York
Cattedrale Saint John the Divine e il simbolismo nella facciata – New York

Quello che forse è apparentemente nascosto ai nostri occhi è invece il simbolismo ricorrente ovunque dentro e fuori la Cattedrale Saint John the Divine.

Già in fase di progettazione si scelse di costruire la parte più sacra ad est, dove il sole che sorge simboleggia resurrezione e rinascita.

Il numero sette, strettamente legato a San Giovanni, si ripropone in molte delle sue strutture. Sette sono le cappelle e le lampade sull’Altare Maggiore. Ed i suoi multipli li ritroviamo nelle quattordici finestre invetriate e in tutte le sue dimensioni principali.

Le sculture apocalittiche del Portone d’ingresso

Le insolite sculture delle colonne del portale all’ingresso Ovest sono tra le più enigmatiche.

Viene raffigurata e interpretata in chiave moderna l’Apocalisse di San Giovanni, attraverso una rappresentazione terrificante della vera e propria città di New York, intesa come la moderna Babilonia, distrutta da un’esplosione.

Inconfondibili tra le fiamme, emergono i simboli della città. Le Torri Gemelle, il Chrysler Building e il Citigroup Center e sopra di loro la statua del profeta Jeremiah.

E c’è anche il ponte di Brooklyn che crolla sommerso da acque inquiete insieme alle auto, Lady liberty che affonda e il New York Stock Exchange, davanti al quale le persone sono tornate a commerciale beni materiali.

Un complesso scultoreo alquanto insolito per una cattedrale.

Ciò che però lascia interdetti e incuriositi gli appassionati di esoterismo è che la rappresentazione è stata completata nel 1997. Solo 4 anni prima dell’attentato dell’11 settembre.

Ed in molti pensano che non sia stato un caso. Così come credono che ci sia un collegamento tra quell’evento e il periodo di chiusura della chiesa per l’incendio avvenuto lo stesso anno.

Sculture sataniche dell’AntiCristo

In un pilastro è riprodotta una nascita agghiacciante. Una testa di un bimbo fuoriesce da un organo femminile circondato da mummie, da un agnello con le gambe legate e da un vortice a spirale (simbolo di un cambiamento di coscienza), adorato da innumerevoli figure.

Sembra essere la raffigurazione della nascita dell’AntiCristo.

L’albero della vita della cabala ebraica e l’occhio di Horus

Un altro pilastro ancora vede rappresentato l’Albero della vita cabalistico, i cui numeri si riconducono proprio all’Apocalisse.

Al di sopra, un uomo con un solo occhio, indossa un amuleto al quarzo che si crede abbia proprietà magiche. E’ l’occhio di Horus, l’occhio della Provvidenza (che ritroviamo all’interno della punta di piramide nella banconota da un dollaro), ed anche l’occhio simbolo dalla Massoneria.

cattedrale Saint John the Divine  facciata
Cattedrale Saint John the Divine – Facciata

Saint John the Divine e la Massoneria

Nel corso dei secoli i membri della Massoneria hanno sempre dedicato particolare attenzione alla costruzione di opere importanti in cui lasciare il segno.

Ciò è avvenuto anche con la Cattedrale Saint John the Divine, finanziata dal magnate della siderurgia, della finanza e collezionista d’arte JP Morgan e dal Gran Maestro dei Massoni del New York State, con una prima donazione di ben 12.000 dollari.

La sua realizzazione viene addirittura rappresentata nella prima pagina di “Masonic World” nel marzo 1925.

Tutto questo, insieme ai molteplici simboli lasciano intendere come l’opera sia particolarmente significativa anche per la Massoneria.

La vita di Cristo di Keith Haring

“La vita di Cristo” è stata l‘ultima opera realizzata da Keith Haring prima di morire. Ne ha realizzate 9 versioni in bronzo ricoperte di oro bianco, alcune delle quali visibili a Parigi e San Francisco.

Il trittico è frutto dei suoi liberi pensieri che hanno accompagnato la sua mano in una realizzazione senza alcuno studio precedente. E’ esposta all’interno della cattedrale in tutta la sua abbagliante lucentezza.

I riferimenti ad altre culture e religioni

Nelle Cappelle delle Lingue, dietro l’Altare Maggiore, si ricordano sette gruppi di immigrati arrivati negli Stati Uniti, agli inizi del ‘900.

Vi sono esposti due vasi cloisonné giapponesi ricevuti nel 1926 dall’ambasciatore del Giappone e due teak siamesi donati dal re del Siam, nel 1930.

Ospita anche una statua di Gandhi.

Nelle quattordici vetrate della navata inoltre sono rappresentate varie professioni, per convogliare l’attenzione dalla sfera mistica a quella umana.

Peace Fountain di Greg Wyatt, nel giardino esterno di Saint John the Divine

Peace Fountain creata dall’artista Greg Wyatt nel 1985, per celebrare il 200° anniversario della Diocesi di New York, si trova nel giardino esterno alla destra della cattedrale.

Spesso viene ignorato, anche a causa della vegetazione lasciata crescere senza troppa cura, ma nasconde sculture degne di nota, come animali mitologici e la “Fontana della Pace”.

Peace Fountain - Greg Wyatt - Giardino accanto alla Cattedrale Saint John the Divine
Peace Fountain – Greg Wyatt – Giardino accanto alla Cattedrale Saint John the Divine

Una fontana che appare anomala innanzitutto perché non ha acqua.

Una scultura che rappresenta l’eterna lotta tra bene e male attraverso simboli pagani stravaganti e grotteschi. E’ evidente il culto del Sole, la presenza di creature mitiche, ma anche l’Arcangelo Michele che uccide Satana, raffigurato con la testa penzolante.

Il Sole sorridente, posizionato ad est, dona la vita e proprio dal suo interno escono le altre figure. Si contrappone alla Luna dormiente ad Ovest, a simboleggiare il cosmo e la dimensione extra-terrestre.

Come piedistallo, una doppia spirale si ricollega alla struttura del DNA (simbolo che si trova anche all’ingresso di Saint John the Divine).

Dal suolo nella base circolare, sopra il piedistallo, emergono invece mani congiunte accanto ad un granchio. Evoluzionismo e creazionismo si fondono armoniosamente.

Ci sono poi nove giraffe, simbolo di pace, una delle quali tra le mani dell’Arcangelo.

I messaggi di pace nel giardino biblico

Non mancano inoltre riferimenti a messaggi di pace.

Il più conosciuto è quello di John Lennon:

Some may say I’m a dreamer, but I’m not the only one, I hope someday you’ll join us, And the world will be as one“,

immortalato in uno dei tanti libri in bronzo insieme alle parole di Gandhi, Socrate, Einstein, Mark Twain, Ray Charles, o di anonimi.

Le piante del giardino sono tutte menzionate nella Bibbia e non è raro incontrare pavoni, oltre ad un alveare con 15.000 api da miele.

La Fontana della Pace vuole ricordare attraverso i suoi simboli che la pace è al di sopra di qualunque cultura o religione ed un dono prezioso di cui fare tesoro.

E tutti questi dettagli la rendono un’opera di forte impatto emotivo, da osservare attentamente per coglierne anche i significati più nascosti.

Saint John the Divine Giardino Biblico con Peace Fountain al centro - In inverno ancora più suggestivo
Giardino Biblico con Peace Fountain al centro – In inverno ancora più suggestivo

Eventi particolari alla Cattedrale Saint John the Divine

La grande processione dei Ghouls

Tutti gli anni, ad Halloween, all’interno della cattedrale si svolge un evento che ricorda un rituale occulto. I partecipanti si vestono da demoni, ghoul (spiriti) e mostri e vagano dentro e fuori, accompagnati dal suono macabro di un organo invisibile.

Una manifestazione che in alcuni casi, sembra prendersi gioco del cristianesimo.

La benedizione degli animali

Tutti gli anni a settembre si svolge invece la benedizione degli animali che possono entrare all’interno della cattedrale. Non solo cani, gatti, capre e cavalli, ma anche animali esotici varcano la soglia di Saint John the Divine, partecipando ad un rito che risale al culto pagano.

Ed anche questi sono solo alcuni degli strani rituali che si sono tenuti o che si tengono tutt’oggi all’interno della cattedrale, che vuole davvero farsi portavoce di tutte le culture e le credenze del mondo.

Decifrare e spiegare ogni minimo dettaglio di questo luogo incredibile, in cui niente è lasciato al caso, è impossibile durante una semplice visita e probabilmente anche per gli occhi più esperti.

Tutta questa simbologia può dar frutto alle più disparate interpretazioni.

Quello che è certo è che in questa cattedrale si sta compiendo un profondo lavoro di stravolgimento dell’ottica religiosa che tutti conosciamo. E’ la sede del Tempio della Comprensione, appoggiato anche da membri delle Nazioni Unite, che vuole riunire tutti i leader mondiali, di tutte le congregazioni religiose.

La pace e l’armonia con la natura sono gli obiettivi di un messaggio globale che possa portare ad un unico credo, quello dell’umanesimo neo-pagano.

Info utili per la visita alla cattedrale

La Cattedrale di Saint John the Divine si trova al 107 Amsterdam Avenue (112th Street) a meno di 400 metri dalla Columbia University.

E’ raggiungibile in metro con le linee 1, B e C  fino alla 110th Street/Cathedral Parkway station.

In alternativa si può optare per l’autobus, M4 e M104 scendendo a Broadway 112th Street o M11 fino ad Amsterdam Avenue 112th Street.

L’ingresso per i visitatori è a pagamento: per info su costi e orari sempre aggiornati vi rimando direttamente al link del sito ufficiale Saint John the Divine.

Nella stessa pagina troverete i contatti per potervi informare sugli eventuali tour guidati speciali che permettono addirittura di arrivare fino al tetto tramite una scala a chiocciola e osservare da vicino le splendide vetrate.

New York Stati Uniti

Location dei più famosi film girati a New York

New York Stati Uniti

Roosevelt Island: la funivia e le varie attrazioni

New York Stati Uniti

Cattedrale Saint John the Divine: tra simbolismo e stupore a New York

New York Stati Uniti

Nathan’s Famous: la storia del famoso Hot Dog di Coney Island

New York Stati Uniti

Strawberry Fields il Memorial a John Lennon in Central Park

New York Stati Uniti

Storia e curiosità sulla Statua della Libertà

New York Stati Uniti

Visita alla Statua della Libertà: tour e consigli

New York Stati Uniti

Cosa vedere a Bryant Park – Manhattan

New York Stati Uniti

Visitare la Freedom Tower a New York

New York Stati Uniti

Tutti i soprannomi di New York

New York Stati Uniti

Distretti di New York infestati dai fantasmi: tour fuori Manhattan

New York Stati Uniti

Tour del paranormale nella New York infestata dai fantasmi

Curiosità New York Stati Uniti

20 curiosità che (forse) non conoscete su New York

New York Stati Uniti

Una visita al Chelsea Market: il Paradiso del cibo a Manhattan

New York Stati Uniti

Google ha la sua sede anche a New York

Curiosità New York

Halloween – Le origini e i festeggiamenti negli Stati Uniti

New York Stati Uniti

Bowling Green: il piccolo parco a Lower Manhattan

New York Stati Uniti

Visita a Central Park – Manhattan

New York Stati Uniti

La Fearless Girl di Wall Street

New York Stati Uniti

Il Toro di Wall Street: tra storia e curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *