In una città eclettica come New York, tanto grande quanto moderna, ma con ancora profonde tracce del passato, potrete ovviamente dar libero sfogo anche alla vostra curiosità sul paranormale, per questo oggi ve la presenteremo in veste “infestata dai fantasmi”.

Partiamo da Lower Manhattan per poi risalire e spostarci anche negli altri distretti .

1. Museo dell’Immigrazione di Ellis Island

Tutti conosciamo Ellis Island: la sua stazione di immigrazione così come adesso, anche in passato ha visto susseguirsi l’ingresso di centinaia di migliaia di persone. Di queste, oltre 3.500 morirono sull’isola, la maggior parte non superando nemmeno il processo di screening a causa delle malattie.

Solamente tra il 1909 e il 1911, 420 persone morirono in quarantena nei due ospedali dell’isola e l’85% di questi avevano meno di 13 anni. Non pensiamo sia dovuta alla suggestione, l’esperienza di un ex capo ranger dell’isola, che ha dichiarato di aver sentito misteriose voci di bambini provenire dalla Sala Grande del museo, senza però trovarvi nessuno.

Tutt’oggi capita spesso che le persone sentano porte che si aprono e si chiudono da sole e lievi lamenti. Tra le varie testimonianze bizzarre c’è anche quella di un funzionario del Corpo per la Conservazione della Gioventù, che al rumore di mobili spostati proveniente dalla Sala Grande, la visitò per sicurezza e non vi trovò nessuno…

2. Statua della Libertà

Anche Lady Liberty ha i suoi spettri: molti testimoni oculari hanno notato la presenza di strane luci fluttuanti attorno al monumento o sulla sommità della statua. C’è chi sostiene perfino di aver visto facce bianche spettrali spuntare dalla corona. La guarderete con occhi sospetti durante la vostra prossima visita?

3. St. Paul’s Chapel

209 Broadway

Fu aperta nel 1766 accanto al cimitero già presente dal 1697, che si dice da sempre esser infestato dagli spiriti dei suoi occupanti. Il più famoso è l’attore inglese George Frederick Cooke, che amava molto il gioco d’azzardo. Perse tutti i suoi averi e donò la sua testa alla ricerca. In molti hanno visto la sua anima senza testa vagare ancora in quelle zone.

4. Tweed Courthouse

52 Chambers Street

Il palazzo di giustizia in cui William “Boss” Tweed è stato condannato per i suoi crimini è anche la meta preferita in cui torna il suo spirito  a seminare spavento. Molto spesso i guardiani notturni sono stati terrorizzati talmente tanto da rumori sinistri e figure spettrali nei corridoi che si sono rifiutati di entrare .

5. Merchant’s House Museum

29 E 4th St

Con i suoi oltre 100 anni, è tutt’oggi soggetta ad apparizioni dei fantasmi della famiglia Tredwall, che la abitava.

Gertrude Tredwell sembra essere la più attiva: lo staff e gli ospiti sentono continuamente odori inspiegabili, improvvisi abbassamenti di temperatura e il suono di un pianoforte (ormai rovinato da anni), quando la casa è vuota.

In molti hanno visto luci inspiegabili, e qualcuno ha addirittura assistito all’apparizione di una donna in abito marrone, somigliante spaventosamente a Gertrude, che girovagava vicino alla stanza in cui morì.

Seabury Treadwell invece è apparso a un gruppo di ospiti proprio nel suo ufficio, irritato dalla presenza di estranei. Queste sono solo alcune testimonianze di una attività paranormale che si manifesta molto spesso in ogni angolo della struttura. Siete pronti a raccontarci la vostra?

La casa è oggi un museo aperto al pubblico.

Visitabile tutti i giovedì dalle 12 alle 8pm con tour in partenza alle 2pm e alle 6,30 pm e dal venerdì al lunedì dalle 12 am alle 5pm, con tour guidati alle 2 pm.

Rimane chiuso il martedì e il mercoledì ed il biglietto ha un costo di 15 $ intero, 10$ studenti e over 65, gratuito sotto i 12 anni.

A voi la scelta di un tour guidato o in autonomia, l’importante è che siate pronti ad una visita da brivido…  Noi siamo un po’ fifoni, quindi aspettiamo di conoscere le vostre impressioni…

Booking.com
6. St. Mark’s Church in the Bowery

131 East 10th Street

E’ la seconda chiesa più antica di Manhattan, costruita nella fattoria di famiglia del governatore coloniale olandese Peter Stuyvesant.

Si narra che il suo spirito abbia continuato a molestare nel corso degli anni i frequentatori della Chiesa, a suonare campane e a interrompere le funzioni religiose, cantando inni calvinisti nella sua lingua.

7. 84 W 3rd Street

A questo indirizzo si trova una caserma dei vigili del fuoco in disuso, divenuta residenza privata nonché sede di Anderson Cooper.

L’edificio sembra essere infestato dal fantasma del “Pompiere Scwartz” che si impiccò alle travi, dopo aver scoperto l’infedeltà della moglie negli anni ’30. I suoi colleghi hanno riferito di aver sentito rumori provenire dalla soffitta e qualcuno ha anche visto il suo corpo appeso.

8. 85 W 3rd Street

L’edificio fa adesso parte della NYU, ma tra il 1844 e il 1845 ospitò Edgar Allan Poe, che vi compose un paio di storie. Ed è qui che Poe torna spesso a far visita, arrampicato alla ringhiera, unico elemento originale dell’epoca, a terrorizzare gli studenti di legge.

9. Washington Square Park

Ormai frequentatissima meta turistica, nel 1800 era un vero e proprio cimitero.

20.000 tra schiavi e poveri, morti soprattutto per la febbre gialla o giustiziati trovarono qui sepoltura, ma probabilmente non la pace: nel corso degli anni son state molte le testimonianze di apparizioni di strane sagome che poi scompaiono nel nulla. C’è chi dice anche che una volta tramontato il sole il parco venga pervaso da strani odori e rumori sinistri. 

New York infestata dai fantasmi - Washington Square Park
New York infestata dai fantasmi – Washington Square Park

Dopo aver curiosato all’interno del parco, non dimenticate di fare una sosta ai piedi del maestoso Hangman’s Elm, un olmo di 33,5 metri, all’angolo nord ovest, che secondo la leggenda, nel 1800 vedeva appesi ai suoi rami corpi di poveri prigionieri giustiziati per impiccagione.

Non ci sono riscontri scritti, ma tra la Christopher e la 10th Street a quei tempi c’era anche la Newgate State Prison

Riuscite a immaginare le centinaia di persone che possono ancora non avere trovato pace in quei luoghi?

10. 14 W 10th Street

Una bella casetta a schiera che vanta il primato di essere l’edificio più infestato di New York, grazie ai 22 fantasmi che la occupano. Si è guadagnata per questo il soprannome di “Casa della Morte”.

Mark Twain vi abitò nei primi anni del ‘900 e lui stesso dichiarò di aver avvertito presenze paranormali e dopo la sua morte anche il suo spettro ha iniziato ad aggirarsi tra le sale in abito bianco.

Nel corso del XX secolo sono stati molti gli eventi raccapriccianti avvenuti al suo interno: un omicidio suicidio e la morte di una bambina, Lisa Steinberg, per mano del padre adottivo, nel 1987.

11. White Horse Tavern

567 Hudson Street, Greenwich Village

L’ultimo locale frequentato dal poeta Dylan Thomas a New York, prima della sua morte, nel 1953.

Si dice che stramazzò a terra sul marciapiede di fronte, dopo aver bevuto 18 shots di whisky. Lo smog irrespirabile che già mieteva vittime, insieme ai suoi problemi respiratori e di alcolismo, lo portarono alla morte in pochi giorni.

Probabilmente però il dannato poeta non è riuscito a staccarsi totalmente dal pub che più amava frequentare. C’è chi lo vede spesso bere qualcosa al suo tavolo preferito all’angolo del locale o passeggiare fuori a notte fonda. Saranno solo voci di chi ha voluto imitare la sua bravata con i 18 shots di whisky?

12. Hotel Chelsea Star

222 West 23rd Street

Testimone della morte di Nancy Spungen, fidanzata di Sid Vicious dei Sex Pistols, deve a questa vicenda la sua fama di hotel infestato.

In particolar modo la stanza numero 100, dove Nancy venne trovata morta, nel 1978 sotto il lavandino del bagno, ferita all’addome, rivela ancora l’inquietudine lasciata dal tragico evento.

Ospita anche un altro fantasma, chiamato Mary, una sopravvissuta del Titanic, rimasta vedova nella tragedia. E’ stata vista immobile davanti allo specchio, nelle varie camere dell’hotel.

13. Empire State Building

Tra le tante decine di persone che si sono suicidate lanciandosi nel vuoto dalla sommità del grattacielo, una sembra avere ancora l’anima più tormentata delle altre.

Si pensa che sia il fantasma di Evelyn McHale, la ventitreenne che si suicidò nel 1947, atterrando su una limousine, il cui ritratto è divenuto uno dei più famosi al mondo.

New York infestata dai fantasmi - Empire State Building
New York infestata dai fantasmi – Empire State building
14. New Amsterdam Theatre

214 w 42nd Street

Uno dei teatri più antichi di Manhattan , si pensa sia infestato da Olive Thomas, “la più bella ragazza di New York”. Morì misteriosamente nel 1920 in Francia, ma sembra che appaia frequentemente all’interno del teatro, solamente agli uomini.

15. Belasco Theatre

111 West 44th Street

Si dice che sia ancora frequentato dal famoso drammaturgo e regista David Belasco. Il suo fantasma è stato visto camminare sul balcone durante le prove o seduto sulla scrivania nel suo vecchio ufficio.

16. Radio City Music Hall

1260 Avenue of the Americas

Numerose testimonianze riportano la presenza di Samuel “Roxy” Rothafel, l’impresario che prese parte alla creazione del Radio City Music Hall,  a partire dall’anno in cui morì, il 1936.

New York infestata dai fantasmi - Radio City Music Hall
New York infestata dai fantasmi – Radio City Music Hall
17. The Friars Club

East 55th Street

Conosciuto per esser un nightclub riservato alle stars, sembra essere infestato da Al Kelly. L’artista morì d’infarto in una delle stanze ,nel 1966 e continua ancora oggi ad aprire e chiudere le porte e a produrre rumori misteriosi.

Come avete ben capito New York è infestata da fantasmi in ogni dove. In questo articolo ci siamo soffermati sui luoghi principali da Lower Manhattan fino all’ingresso di Central Park, ma non è finita qui.

Se siete incuriositi dal paranormale e avete modo di esplorare anche gli altri distretti, seguiteci nel prossimo articolo per scoprire qualche altro luogo infestato…

Unisciti alla discussione

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *