Come spostarsi a Miami: tutte le alternative all’auto

Come tutte le grandi metropoli americane, spostarsi a Miami, soprattutto nelle ore di punta e in auto può essere una vera impresa.

Fortunatamente le aree da visitare sono tutte relativamente vicine e anche l’aeroporto dista solo poche miglia dal centro città, perciò le distanze non saranno un problema.

Leggi tutto “Come spostarsi a Miami: tutte le alternative all’auto”

Scoprire il Lincoln Memorial a Washington

Oggi vi portiamo a scoprire il Lincoln Memorial: uno dei monumenti più imponenti del National Mall di Washington, costruito in onore di Abraham Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti.

Leggi tutto “Scoprire il Lincoln Memorial a Washington”

Visitare la casa di Abraham Lincoln a Springfield, Illinois

A Springfield, Illinois una casa apparentemente anonima, fa parte del Lincoln Home National Historic Site ed è assolutamente da visitare.

Si tratta della dimora in cui visse Abraham Lincoln, prima di diventare il sedicesimo Presidente degli Stati Uniti, dal 1844 al 1861.

Del sito storico fanno parte i quattro blocchi che la circondano e il centro visitatori.

Un po’ di storia su Lincoln e la sua casa di Springfield

Abraham Lincoln nacque da famiglia umile in una baita in mezzo ai boschi del Kentucky, poi crebbe nel West, inizialmente nell’Indiana . Studiando prevalentemente da autodidatta, diventò avvocato nell’Illinois, leader del Partito Whig e fu eletto membro del Parlamento statale dove rimase per 8 anni.

Nel 1837, Lincoln si trasferì a Springfield dove incontrò Mary Todd, che divenne sua moglie nel 1842.

Acquistarono così questa casa, insieme, nel 1844, l’unica che Lincoln abbia mai posseduto. Qui nacquero tre dei suoi quattro figli, tra cui Edward il secondogenito che vi morì anche, a soli 4 anni. Inizialmente la casa era più piccola, ma proprio per fronteggiare un allargamento della famiglia, venne aggiunto anche un secondo piano.

La casa fu testimone del periodo in cui fu eletto alla camera dei rappresentanti nel 1846 e della sua vittoria alle presidenziali nel 1860.

Vi abitò per 17 anni finché non si trasferì alla Casa Bianca.

Negli anni successivi i vari inquilini rischiavano di disonorare quei luoghi, così nel 1887 il figlio Robert Todd Lincoln decise di donarla allo stato dell’Illinois.

Unica richiesta: che fosse per sempre accessibile al pubblico, gratuitamente. E così accadde, proprio in quello stesso anno.

Ecco perché, durante una visita a Springfield consiglio di visitare anche la casa di Lincoln, oltre alla tomba più conosciuta. 

La visita alla casa di Lincoln

Situata all’angolo tra 8th e Jackson Street, la casa è composta da dodici camere distribuite su due piani. 

Qui è possibile ripercorrere la vita del futuro presidente e della sua famiglia attraverso suppellettili e arredamento riprodotto o originale. 

Porta di ingresso
Visitare la casa di Lincoln a Springfield Illinois
Visitare la casa di Lincoln a Springfield Illinois

Sulla porta di casa si trova una copia della placca sui cui era riportato il nome. In quel periodo era indispensabile per distinguerle dato che ancora non esistevano i numeri civici

Ingresso principale
Attaccapanni bastone e cappello nella casa di Lincoln a Springfield - Illinois
Attaccapanni bastone e cappello nella casa di Lincoln a Springfield – Illinois

Accanto alla scalinata che porta al piano superiore c’è ancora l’attaccapanni originale in cui era solito appendere bastone e cappello.

Per molti anni Lincoln usava il suo cappello come una mini valigetta, nascondendo lettere e documenti nel rivestimento

Di fronte si trova la sala da pranzo, un salotto a sinistra e un altro a destra.

Il salottino di Lincoln

Nel salottino dell’ala nord ovest, Lincoln ricevette novità e aggiornamenti sulla sua candidatura a presidente, nel maggio 1860. L’arredamento era il più costoso e sofisticato dell’intera casa e per questo motivo amava utilizzarlo per il ricevimento degli ospiti, ma aveva vietato l’ingresso ai figli.

Salotto
Il salotto in cui Lincoln si intratteneva con famiglia e ospiti - Springfield Illinois
Il salotto in cui Lincoln si intratteneva con famiglia e ospiti – Springfield Illinois

Dalla parte opposta si trova il salotto in cui invece si intratteneva con la famiglia, giocava con i figli e dove la moglie organizzava le feste di compleanno per i piccoli.

Sala da pranzo
Sala da pranzo nella casa di Lincoln a Springfield - Illinois
Sala da pranzo nella casa di Lincoln a Springfield – Illinois

Originariamente la cucina e la sala da pranzo erano un’unica stanza.

Dal momento che la carriera politica di Lincoln era in costante avanzamento, la moglie volle adeguare la casa agli standard vittoriani, in cui ogni stanza doveva esser divisa in base alla propria funzione. Mary volle anche che tutta la famiglia si riunisse sempre insieme in quella stanza, di modo che i bambini potessero imparare le buone maniere a tavola.

Cucina
Cucina con la stufa più costosa dell'epoca della casa di Lincoln a Springfield Illinois
Cucina con la stufa più costosa dell’epoca della casa di Lincoln a Springfield Illinois

La stufa visibile nella cucina risale al 1860, l’anno in cui fu eletto presidente. Era il miglior modello in vendita per quel periodo. 

Camera di Lincoln

 Situata nell’angolo a nord ovest del secondo piano, era collegata da una porta a quella di Mary. Il letto non è originale in quanto prese fuoco nel grande incendio, ma riproduce esattamente quello che lo accoglieva in tutti i suoi 1,93 metri di altezza. 

Si possono ancora vedere gli strumenti che usava per radersi.

Camera di Mary Lincoln

Nella camera della moglie la carta da parati è una riproduzione dell’originale. Qui Mary poteva avere la privacy che necessitava per vestirsi, lavarsi e occuparsi dei suoi compiti fino a tardi.

Camera di Robert Lincoln e degli ospiti

Il figlio più grande aveva la cameretta nell’angolo a sud ovest del secondo piano. Era nato a Springfield nel 1843, ma già nel 1859 si recò a Exeter, New Hampshire per studiare.

Per questo motivo Lincoln la utilizzò spesso come stanza degli ospiti, che erano sempre i benvenuti, sia per una settimana che per un mese.

La Stanza di Willie e Tad

I 2 figli più piccoli dormivano nel lato sud del secondo piano. 

Willie (William Wallace) nacque in questa casa il 21 dicembre 1850. Morì di tifo alla Casa Bianca il 20 febbraio 1862, a soli 12 anni.

Tad (Thomas), vi nacque nel 1853, per poi subire la stessa tragica sorte del fratello e morire a soli 18 anni, di polmonite, a Chicago. 

La stanza della domestica
Camera della domestica nella casa di Lincoln a Springfield Illinois
Camera della domestica nella casa di Lincoln a Springfield Illinois

Non appena la famiglia iniziò ad allargarsi, Lincoln ebbe urgente bisogno di una domestica. E’ per questo che nella sua casa non poteva mancare una stanza che la ospitasse.

Solitamente le ragazze erano immigrate di 15 – 16 anni e la loro paga era di 1,50 $ alla settimana più vitto e alloggio.

Il giardino esterno
Visitare la casa di Lincoln a Springfield Illinois - Esterno
Visitare la casa di Lincoln a Springfield Illinois – Esterno

Nonostante Mary amasse i fiori, sembra che non si interessasse alla manutenzione del giardino. Un vicino raccontò di non aver mai visto i due coniugi piantare alberi o curare la zona esterna. Era la sorella di Mary che ogni tanto si occupava di piantare fiori, almeno nel giardino di fronte.

 Info utili alla visita

Si trova al 413 S 8th St, Springfield.

Come voluto dal figlio, l’ingresso alla casa resta ancora oggi gratuito, ma è comunque necessario un biglietto per accedere al tour guidato dal ranger del National Park Service.

I biglietti sono consegnati in base all’ordine d’arrivo. Potrà capitare di esser i soli del tour in una fredda giornata di marzo, così come di trovare il tutto esaurito in estate. Consiglio quindi di recarsi al Visitor Center all’orario di apertura, soprattutto in alta stagione.

Ogni tour è limitato a 15 persone ed è necessario registrarsi al Lincoln Home Visitor Center . I tour durano 20-25 minuti, dalle 8.30 am alle 5 pm. E’ chiusa il primo gennaio, per il Thanksgiving e il giorno di Natale.

Per qualunque informazione aggiuntiva vi consigliamo il sito ufficiale oppure quello del NPS, in cui avrete anche la possibilità di fare un tour virtuale.

Curiosità

Il 12 febbraio si festeggia il compleanno di Lincoln.

In alcuni Stati quali Connecticut, Illinois, Missouri, New Jersey e New York è un giorno festivo e gran parte degli uffici governativi, aziende e scuole rimangono chiusi.

Tramonto indimenticabile a Key West: in barca a vela con Schooner Appledore

Key West, la più a sud delle Florida Keys, con il suo tramonto stupefacente ospita addirittura una Sunset Celebration per accogliere ogni giorno questo momento magico, che noi abbiamo visto per la prima volta da una barca a vela.

Leggi tutto “Tramonto indimenticabile a Key West: in barca a vela con Schooner Appledore”

Visitare la Truman Little White House a Key West

Che Key West fosse considerata fin dal secolo scorso, un Paradiso in cui rifugiarsi, oltre ad Hemingway, ce lo conferma anche la Little White House di Truman.

Leggi tutto “Visitare la Truman Little White House a Key West”

Il Mercato Centrale di Budapest: prodotti tipici per tutti i gusti

Il Mercato Centrale di Budapest è il più grande mercato coperto della città e noi, grandi cacciatori di prodotti tipici, potevamo perdercelo?

Leggi tutto “Il Mercato Centrale di Budapest: prodotti tipici per tutti i gusti”

Il Bastione dei Pescatori a Budapest – Come in una favola

Una struttura che ricorda un castello incantato, con una splendida vista su Pest, il Bastione dei Pescatori si erge sulla collina di Buda, ed è uno dei luoghi più fotografati e ammalianti di Budapest.

Leggi tutto “Il Bastione dei Pescatori a Budapest – Come in una favola”

Cosa vedere a Budapest: la Chiesa di Mattia

La chiesa di Mattia, uno degli edifici più antichi di Budapest sorge al centro della Szentháromság tér (piazza della Santa Trinità), sulla collina di Buda, accanto al Bastione dei Pescatori e al castello.  

Leggi tutto “Cosa vedere a Budapest: la Chiesa di Mattia”

Scarpe sulla riva del Danubio – Budapest –

In occasione della giornata della Memoria, il 27 gennaio, vi presentiamo un’opera molto toccante che abbiamo visto pochi giorni fa a Budapest: “le Scarpe sulla riva del Danubio” (in ungherese: Cipők a Duna-parton)

Leggi tutto “Scarpe sulla riva del Danubio – Budapest –”

I gatti polidattili di Hemingway a Key West

Oltre alle sue preziose opere letterarie, Hemingway ci ha lasciato un’importante eredità nella sua casa di Key West: i discendenti di Snowball e Snow White, i gatti polidattili.

Dorian Grey, Marilyn Monroe, Mark Twain, Emily Dickinson, Ava Gardner, James Joyce, Sophia Loren , Edgar Allan Poe, Errol Flynn, Susan Hayward, Pablo Picasso, Simone De Beauvoir, “Hairy” Truman, Fats Waller, Kermit “Shine” Forbes, Truman Capote, Bugsy Siegel, Billie Holiday, Cary Grant…

Leggi tutto “I gatti polidattili di Hemingway a Key West”